lunedì 30 settembre 2019

Conclusione domenicale; Per dimagrire è solamente indispensabile muovere il fondoschiena!

In  questi giorni sentivo le mie cellule adipose più gommose, come se si stessero riempiendo d'acqua e fossero pronte a diventare dei palloni ricchi di peso superfluo. Ho smesso di ingurgitare il drenante che non drena, perlomeno a me fa questo effetto, la mia amica è dimagrita... Ho le cellule adipose in sciopero e i neuroni che continuano a vagare nella nebbia...
Ho smesso il drenante, non a tutti fa lo stesso effetto e occorre prestar molta attenzione a ciò che si ingurgita ed ascoltare la reazione del proprio corpo in relazione ai possibili effetti.
Così son due giorni che cammino, vago per le vie della città senza una meta precisa ma con il solo obbiettivo di disidratare le cellule divenute gommoni mollicci.
Poi, stasera, mi son recata a vedere uno spettacolo curioso, inizialmente pensavo fosse una danza per bambini, infatti è ispirato ai lungometraggi Disney, pensavo ad una serata tranquillamente rivolta a genitori con pargoli in cui me ne sarei andata non appena mi pareva il caso.
Invece il tutto si è fatto interessante; Crudelia de mon che si trasforma in un Rap ritmato, alcuni balli interessanti ma non speciali, e una danza del ventre in cui mi son focalizzata su una pancia scoperta dalle sembianze molto simili alla mia.
Alla mossa delle tette forse ci posso arrivare ma muovere in quel modo un bacino cicciottino non è facile!!!

Poi la musica ha preso un ritmo maggiore e i giovani si son scatenati in un ballo che non lascia vita alle cellule adipose, loro si che ce la possono fare a sconfiggerle tutte senza pietà!!!
Mentre li osservo penso; chissà se esiste una discoteca che fa questo genere di musica?
Io ultimamente sento solo di locali con liscio e balli per badanti, e i giovani? Vanno ai parchi o si radunano in qualche garage?
Chissà dove si esercitano per ballare in questo modo? Indubbiamente con calisthenics... danza pesante ma tonificante!

sabato 28 settembre 2019

Da tutti scritto RILMHOR ma il nome è Ril Mhor, affascinante complesso musicale.

Purtroppo non hanno un sito internet e la loro pagina facebook riporta la seguente descrizione;
Gruppo di musica irlandese ispirato alle grandi band degli anni '70 che hanno fatto la storia dell'Irish folk, con un repertorio che va da brani dolci e malinconici, come le composizioni del bardo irlandese O'Carolan, a set incalzanti di jigs e reels.
I membri del gruppo sono 6 (nella Photo solo 5) e son riuscita a scoprire cos'è Il bodhran; una specie di tamburo a mano che ieri sera ha attratto la mia attenzione facendomi rimanere imbambolata di fronte al palco come una bambina alla vista del suo primo strumento.  Il bodhran è suonato da Eddie McKenna che è anche la voce del gruppo, le sue note e i suoi lodevoli acuti hanno attratto la mia curiosità. Soprattutto in una melodia ha dato sfoggio del suo canto sopraffino ma di questa, purtroppo,  non rammento il titolo. La cerco su you tube e scopro che il giovane gruppo non ha un canale proprio. Inesperti pubblicitari oppure freschi di nota?

venerdì 27 settembre 2019

Mi sono stufato di andare a scuola...? Quesito di uno studente trovato sul web!!!

Ed eccomi a trascorrer la serata in uno dei tanti siti di Domande e risposte presenti sul  web, una ha attirato la mia attenzione a la ritrascrivo qui per immortalar l'effetto che ha suscitato nei miei pensieri;
È tempo perso, faccio il terzo superiore, anche quest'anno in classe c'è un casino tremendo, i prof si inca**ano perché molti compagni si comportano male, non li sospendono, oggi una compagna ha fatto a botte nei bagni con una di quinta e per giunta è stata quella di quinta a prenderle, durante l ora di supplenza hanno fatto impazzire il supplente, è entrato il vicepreside e mentre è entrato c'era un mio compagno sopra la cattedra che saltava e faceva il verso della scimmia, così il vicepreside rimprovera tutti anche chi non ha colpa e ci urla SIETE DELLE BELVE, l'anno scorso hanno fatto scoppiare delle bombe in palestra, quelle che si usano a capodanno, nei primi 2 anni abbiamo avuto un prof di scienze ma praticamente non abbiamo mai fatto lezione perché ogni volta c'era casino,richiamo, scoregge, versi, chi nell'ultima ora diceva di essere con un altro prof e invece andava a casa.Questa è solo una piccola parte, potrei raccontarne altre.

Ma che senso ha andare a scuola? Tanto non si impara niente, solo per avere un foglio di carta che dice che mi sono diplomato?
Ovviamente ad un quesito di questo calibro non potevo non rispondere e gli ho suggerito il sito del ministro della pubblica amministrazione, una serie innumerevoli  non devono passare inosservati e non gestiti. Com'è possibile apprendere in un contesto di questo tipo?
Come gestiscono i dipendenti scolastici una situazione apparentemente insostenibile?
Anche per chi è serio, volenteroso e lodevole è di gran lunga un grosso impiccio.

Esplorazioni del fuoco interiore... inizio di un nuovo libro...

Ed eccomi giunta a proseguire il mio intento di riscoprire il mio Super io, la mia linfa, il mio fuoco interiore, la mia forza vitale, colei che risiede all'interno di ogni essere vivente.
Nell'introduzione la scrittrice si raccomanda di leggerlo con calma, a volte di rileggerlo e di trascrivere i quesiti e le valutazioni salienti per poter esplorare ed individuare, la propria linfa vitale.
Scopri il tuo vero lavoro;Esiste una vitalità, una forza vitale, un'energia, un'accelerazionne che attraverso di voi si traduce in azione, e poiché ogni momento voi siete sempre e soltanto una cosa sola, questa espressione è unica.
Se la bloccate, non esisterà mai attraverso un altro mezzo e verrà perduta. Il mondo ne sarà privato. Non sta a noi determinare quanto sia buona, di qualità o confrontarla con altre espressioni. Il nostro lavoro è quello di farla nostra in modo puro e diretto, tenere aperto il canale.

Con il termine "Trovare il vero lavoro" il libro intende non limitarsi a guardare  ciò che fate ma, la cosa più importante, come lo fate e quali sono le vostre intenzioni mentre lo fate. I "lavori" esteriori, le vostre attività, le vostre mansioni, la carriera, le faccende domestiche non sono, in questo contesto, il vostro vero lavoro. Ognuna di queste cose è solo un ruolo che assumete per scelta o per necessità.
Il vostro vero lavoro è una qualità che agisce come principio guida fondamentale. E' il fulcro di ciò che volete creare o sperimentare come artisti della vostra vita. Tutto inizia dentro da un profondo desiderio del vostro essere.
Per scoprirlo come fare? Il libro serve a indirizzarti a scoprirlo; se siete concentrati sul vostro vero lavoro il fuoco interiore arde luminoso.
Compassione,Amore,Coraggio,Connessione,Avventura,Ispirazione,Risveglio
Ognuna di queste parole è legata a un senso di espansione del corpo. Una volta identificato occorre portare questa o questi lavori all'interno delle vostre attività quotidiane. Con esercizio. Poi occorre eseguire il contrario; chiedersi quali attività interferiscono all'esercizio del vostro vero lavoro, le più comuni attività sono; paura, pettegolezzo, autocritica, avidità, rabbia, ansia, fretta, cercare di controllare gli altri.
Devo fare una lista di queste cose...
Un po come il povero Cojote che ha, nella sua linfa vitale, l'energia necessaria per ricominciare nonostante il bip-bip riesca sempre ad esser più veloce... una sorta di autolesionismo? Nonostante i burroni devi continuare a tener vivo il lavoro che la tua anima ha scelto...
Uno dei miei mi è tornato alla mente, ovviamente è segreto e qui certo non lo scrivo però Posso affermare che la lezione due del libro ha già iniziato a farmi girar i neuroni, li vedo già che vagano dispersi nella nebbia del cervelletto... poverini ... L'eccessivo quesito li sta facendo anche sudare e due neuroni sudati va a finire che puzzano solo di placenta rinsecchita!!!

mercoledì 25 settembre 2019

25 Settembre, pensieri Mattutini di fine Estate.

In ferie solo di Mercoledì... che fare? come intrattenere il mio tempo se non sbirciando sulle novità che il modo ci offre?
Leggo le notizie Tra il Terremoto in Pakistan , il resoconto su ciò che sta avvenendo a Marco Cappato e le nuove proposte anti evasione (e qui mi chiedo cosa c'entrano queste proposte con l'anti evasione) un articolo ha attratto la mia attenzione.
Dovete sapere che hanno studiato una pillola che inibisce l'ossitocina, uno studio che sperimenta il modo di spegnere le attività dell'ossitocina così l'ossessiva ricerca del piacere sessuale si placa.
E qui mi son balzate alla mente le classiche mogli perennemente malditestate che porgono la nuova pillola come soluzione definitiva all'arduo compito del piacere coniugale.
Ma dov'è finita la gioia delle coccole? La fecondità degli istinti? Il piacere di conoscersi senza inibizioni? La scienza fa vincere il mal di testa? E' questo il futuro? Esigo un antifarmaco come compagno!!!
Diverso è se viene mantenuto distante e segreto alle mogli malditestate e utilizzato a scopi sociali per pedofili o probabili stupratori... anche se sono un poco dubbiosa..
Cosa fare poi durante il mio mercoledì di ferie? Un giro per prender la colazione miseramente assente nello scaffale del consueto negozio, qui incontro un mio ex compagno di Scuola, ha preso il diploma alle serali assieme a me, voleva diventare guardia e cè riuscito. Son contenta per lui anche se, devo ammettere, che è un pò tontolone, buono ma fessacchiotto in senso buono.. non penso che abbia scovato molti ladruncoli, già è difficile per uno sveglio. Infatti mi dice che in quel negozio i clienti sono bravi e non ha mai avuto problemi con nessuno... bah! Chissà...
Finito libro... vado in biblioteca a restituirlo...

La Forza- Recensione o trascrizione del libro di Wilde?

Uno dei libri ben fatti che ho letto sul tema, la scrittura è scorrevole, i concetti sono semplici e la lettura impone indubbiamente inevitabili quesiti.

Tratti dal libro;
Dentro ad ogni essere umano c'è un sogno dimenticato. Il sogno di un tempo in cui la purezza dello spirito dominava la terra, quando l'amore sosteneva veramente il genere umano, quando ognuno aveva il tempo di evolversi come desiderava, un tempo in cui l'individualità del sè veniva riverita; un tempo in cui non c'erano governi, né religioni, né leggi né regolamenti, perché ognuno capiva le proprie responsabilità nei riguardi degli altri, e non c'erano interferenze, né modi di pensare della massa, né conformismo forzato.
Ricapitolando: tu non sei il tuo corpo fisico, non sei le tue emozioni, non sei il tuo intelletto. Sei l'infinita, illimitata energia del tuo sé superiore, che per un breve periodo sperimenta la sua evoluzione all'interno del corpo.

L'energia che si ha nell'osservare le cose con distacco è talmente potente che, se unisci ad essa la rinuncia di giudicare gli altri, accresci immediatamente la tua forza personale. Ma molte persone faticano a far ciò anche perché tutta l'etica cristiana è incentrata sul convertire gli altri (e qui aggiungiamoci i testimoni di Geova) e sull'inquadrarli in strutture di fede che sono una sorta di "palcatura spirituale". Ma quando le persone si raffinano spiritualmente, incorporano forme di fede differenti, incentrate sulla loro individualità spirituale, e lontane dalle chiese, dai dogmi, dalle strutture. Anticamente la chiesa dovette cercare adepti tra gli emarginati, i poveri, le classi più basse. Quello che la chiesa diceva era: "se non fai parte della crema della società va benissimo, la forza è con te, la forza non riconosce né classi né lo status sociale, tutti sono uguali agli occhi di Dio". Ai tempi non esisteva la pubblicità e l'unico modo per promuovere un credo era convincere le persone a partecipare alle loro riunioni. Le persone affamate in genere non hanno tempo per la filosofia, ma diventano più ricettive se gli dai da mangiare. Il sistema funzionò, e così abbiamo la parabola della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Una volta raffinata la tecnica, gli apostoli incorporarono l'offerta del cibo, o carità, come punto di forza del loro piano d'azione. Praticamente ciò che può essere oggi un piano di Marketing. Il sistema funzionò, e fu una cosa buona per tutta la chiesa. Per questo è profondamente radicato nella nostra psiche il concetto che noi abbiamo il dovere di radunare i poveri e gli emarginati per dar loro da mangiare, anche se l'intenzione originale della chiesa non era prendersi carico del mondo, ma avvicinare le persone alla nuova religione. Ciò non significa che è giusto ignorare le richieste degli altri ma che il modo in cui ci comportiamo con gli altri deve avere una sua purezza spirituale. Perciò se qualcuno chiede qualcosa dagliela. Ma interferire con la vita degli altri mediante una carità occasionale, casuale, è negare la grandezza della forza, perché così facendo non si permette agli altri di scoprire da soli la pienezza della forza stessa.
Quando si aiutano gli altri, bisognerebbe fare in modo che siano lora ad aiutare se stessi, non limitarsi ad opere di carità, le quali non fanno altro che rimandare il giorno in cui coloro che ne beneficiano arriveranno a capire che sono loro stessi gli unici responsabili della propria vita.
Da bambino mi insegnavano che Dio mi amava. Un giorno caddi giù da un albero e mi feci molto male. Per qualche tempo non riuscii a capire perché la forza mi aveva lasciato cadere, domandai a un prete quale fosse la soluzione al mio quesito e rimasi molto deluso quando scopii che non sapeva cosa rispondermi. Mugugnò qualcosa sui disegni di Dio. Provate a parlare dei disegni di Dio ad un ragazzino che è appena caduto da un albero, la risposta del padre è stata assai insoddisfacente. Ci insegnano che la forza ci ama: poi noi dobbiamo conciliare quest'idea col caos che abbiamo intorno! E vediamo gruppi di religiosi che si combattono l'un l'altro in nome di Dio, ognuno dicendo che la forza sta solo dalla sua parte, e ci domandiamo quale Dio possa mai essere, un Dio che permette che tutto questo accada. La risposta la si scopre se si riesce a comprendere più profondamente la forza e il modo in cui l'energia fluisce. La forza ti ama. E' vero. Ma il concetto non è stato compreso correttamente dai teologi che hanno scritto i testi sacri, e ciò ha causato confusione.
Nel libro è scritto che le malattie o le imperfezioni indesiderate che la vita ci riserva sono un modo per attirare l'attenzione su noi stessi per poter identificare il proprio se interiore. La maggior parte della gente conosce poco il corpo in cui si trova. Ogni dolore diventa un trauma, invece di essere considerato per quello che è: un segnale d'inizio per un appropriato processo di autoguarigione.

martedì 24 settembre 2019

Avete già iniziato la cura di Vitamina C? io anche quella di Iodio... vediamo se si resetta la Tiroide!

Ho da poco scoperto il Life120, intendiamoci, non lo sto assumendo ma la curiosità di capire perché, pur essendo estremamente favorevole all'assunzione di vitamine, mi leggo scettica in questa formula che pare una buona soluzione per vari organismi.
Innanzitutto perché costa uno sproposito rispetto alle vitamine presenti in ogni parafarmacia, ho recentemente acquistato una confezione da tre mesi di vitamina C e una di Alga bruna da assumere per lo iodio e le ho pagate 45 euro compreso il vasetto delle 12 erbe che era in offerta e che utilizzo come purgante (Lo consiglio vivamente).
Poi perché all'interno ci sono le spezie... cosa c'entrano le spezie con gli integratori? Infine perché garantiscono un risultato ottimale anche a chi ha malattie pesanti come tumore e altre croniche da cui non si sa se l'organismo può reagire sempre in splendida forma.
Infine perché chi è abituato ad assumere medicinali una forte crisi l'ha sicuramente nel periodo in cui cerca di toglierli per integrare le vitamine. L'ho provato sulla mia pelle e so perfettamente che, se sei abituato a prendere un antidolorifico e non lo assumi più per curarti con metodi naturali dovrai tener conto che, i primi mesi, starai sicuramente più male.
E' un dato di fatto... come quando mi sono disintossicata dalla Coca cola, è caffeina pura e crea dipendenza come la creano determinati farmaci assunti come se fossero leggere caramelle.
Perciò non è così immediato, occorrono anni prima che il fisico si disintossichi completamente per poi assumere, quando occorre, solo quelli strettamente necessari per un determinato problema.
La medicina e la ricerca sono discipline che non vanno abbandonate per sostituirle con gli integratori perché anche loro hanno la loro fondamentale importanza è l'abuso che molti ne fanno che inquina il corpo e crea assuefazione all'organismo.
Poi come posso decidere quale integratore prendere se prima non lo studio? Non mi informo? I barattoli da 240 pastiglie della Life120 contengono tutti gli stessi principi? Oppure ce ne sono di differenti? Perché se ce ne son di differenti dosaggi e tipologie ci dovrà essere qualcuno che comunica cosa dare ad un paziente affetto da sclerosi rispetto a quello affetto da tumore (e che gli integratori servano anche a loro ne son convinta, ma non solo quelli).
Sul loro sito non vedo integratori differenti rispetto a quelli già tutt'ora in commercio inoltre confrontando la loro confezione di vitamina c con quella che ho a casa e che mi è costata 19euro noto che il contenuto di ogni pastiglia è identico (1000 mg vitamina pura). Di pastiglie io ne ho 90 mentre loro 240... effettivamente costa meno il loro....
Però non capisco perché io ne prendo solo una pastiglia al giorno mentre loro scrivono che occorre assumerne tre volte al giorno e anche più di una. A me già una mi tiene carica e attiva per tutta la giornata, se ne assumo in quantità maggiore rischio di sprecarla per cestinarla nell'urina... cioè.... son tirchia pure nelle vitamine!!!

Inoltre:
Il flacone della Vitamina D è meno capiente e ok... ci sta... però un profano che non ne sa nulla di integratori rischia di prendere la vitamina D senza sapere che, se non assumi la vitamina C in contemporanea, questa può non essere assimilata dall'organismo (e si spreca denaro inutilmente) inoltre non specifica se va assunta con poca o con normale acqua perché anche questo fattore può avere la sua rilevanza.

Per questo sostengo che non può gridare al mondo che questi integratori curano malattie come il tumore, comprate on line da incompetenti del settore e senza spiegazione può essere solo un gran danno.

domenica 22 settembre 2019

I miei viaggi descritti da Coogle.

Hai sbagliato a scrivere? Volevi digitare google? No... si chiama proprio Coogle il sistema che permette, agli utenti che possiedono già un account google, di creare delle mappe logiche per differenti necessità.
In queste è possibile inserire immagini e collegamenti a video you tube e incorporare il tutto per condividerlo in altri luoghi come farò, come dimostrazione di esempio, su questo post.
Il tema ovviamente è il viaggio, tutti i viaggi di cui ho scritto un resoconto che ha un collegamento ipertestuale.
A voi i clik sulle differenti City; (devo solo capire come rimanere all'interno della pagina...)

giovedì 19 settembre 2019

Migranti in cerca di?

Cosa li spinge a salire su un gommone pagando anche 3000 dollari per rischiare la vita?
Penso che sia ignoranza, non sanno la reale differenza di costo della vita e si lasciano attirare?  Oppure sono costretti da qualcosa o qualcuno?
Questo articolo un poco lo spiega il motivo, mentre questo ne commenta i vantaggi (anche se è un poco vecchiotto come articolo);
"Quello che ho trovato particolarmente interessante è quanto sia stata importante la migrazione per la crescita della popolazione, che è estremamente necessaria in alcune parti del mondo", ha affermato Eliasson.Ma se in alcune parti del mondo è necessaria perché non si dirottano lì? Forse è una domanda idiota... ma le domane non son mai stupide...
E dire che anche loro, come ogni stato che si rispetti, ha la pagina di wikipedia ricca di settori Primario, secondario e terziario, ha iniziato a sviluppare un poco di turismo e partono alcune altre comodità.. insomma... è ancora un po retrò ma ce la può fare... ma il problema, da quanto posso leggere sul web, sta nei centri di identificazione ed espulsione, cosa sono?  S
ono uno strumento diffuso in tutta Europa e sono strutture previsteper trattenere gli stranieri "sottoposti a provvedimenti di espulsione e o di respingimento con accompagnamento coattivo alla frontiera" nel caso in cui il provvedimento non sia immediatamente eseguibile.
Di cui, leggo, l'Onu e altri enti ne chiede la chiusura.
L'assistenza medica nei centri è del tutto inadeguata (inesistenza di assistenza psicologica e psichiatrica, assenza di reparti per categorie vulnerabili, carenza nella gestione di cartelle cliniche e nelle misure per prevenire il diffondersi di epidemie). In particolare, molto frequente è l'eccessiva prescrizione di sedativi e tranquillanti. E sono frequentissimi, tra i detenuti, i casi di autolesionismo. Ma nonostante la deprivazione psicologica non è fornito alcun tipo di assistenza.
Ma Qui è indubbiamente specificato con maggiore criterio.

mercoledì 18 settembre 2019

Ho Scoperto che La Pausini è Alcalina.


Indubbiamente è più Alcalina la musica classica ma anche Laura non scherza..
Sto leggendo un libro sulla forza interiore, la riscoperta del Proprio Se superiore (chissà dov'è andato a finire il mio... mi sa che si è imboscato), i metodi per aiutare il proprio se a continuare il proprio esercizio.
Questi sono allenamenti da ripetere ogni qual volta la mente  tende a tornare al proprio pensiero basico, uno degli allenamenti più utili è quello di ingannare la propria mente e portarla a compiere cose che non vuole fare (la cosiddetta procrastinazione) in questo modo la inganni e la porti fuori dai propri schemi.
Tutto ciò serve per crescere spiritualmente che, dice il libro, non significa ritirarsi alla vita; si tratta di sviluppare un potere dentro di te (e già ho in corpo del nucleare... ATTENZIONE!!! Rischio di diventar CatWoman) per poi esprimerlo in qualche modo.
Tu sei qui (continua il libro) per sperimentare la vita, e non per fuggire ad essa. L'energia va equilibrata con precisione e si dovrà sorvegliare questo delicato equilibrio energetico con sempre maggiore attenzione. Ogni cosa che ci circonda ha la sua energia, che si tratti di una cosa Acida, Alcalina o neutrale e, per mantenere il corretto equilibrio, ed occorrono tutti e tre i fattori.
I colori caldi sono acidi come il nero, il rosso, il giallo e l'arancio ti trattengono nel mondo delle energie fisiche, emozionali, mentali, il nero è il colore dell'energia che implode, non in modo negativo, ma comunque di un'energia che ricade su se stessa. Il verde è neutrale mentre il blu, l'indaco e il violetto sono alcalini perché aiutano ad entrare in contatto con il nostro se superiore. Anche il bianco è alcalino.
Tornando alla musica il Rock'n'roll, il jazz, la soul music e il country sono acidi. L'opera varia a seconda dei casi emotivi. In genere, la musica è una storia raccontata che esprime amori differenti che suscitano emozioni differenti, ovvero in una energia che ti riporterà a energie basse.
Se una cosa è fisica, emoriva o mentale è probebilmente acida. Se è neutrale, e quindi naturale, fisiologica o spirituale (ma non religiosa) è alcalina, e ti aiuta a entrare in contatto con te stesso.

lunedì 16 settembre 2019

La soluzione, ognuno consiglia la propria, ma la verità? La sceglierò io...

Esco dalla Medicina nucleare con il corpo carico di radiazioni, l'uscita è secondaria per evitare di poter entrare in contatto con altri individui e poterli "disturbare" elettricamente. Già nella sala d'attesa dei contagiati trovo una bionda con il camice che si capisce perfettamente che è sul web con il cellulare... ma non è solitamente vietato?
Con molti quesiti nella mente mi dirigo a pagare il ticket... forse all'ingresso 31 c'è una macchinetta che però il giorno prima non funzionava, non ho trovato la macchinetta mi dirigo all'ingresso principale. Non trovo una macchinetta, l'unica che finalmente vedo dopo aver avuto timore di dover prendere il numero per pagare allo sportello come il più anziano dei vecchietti, non ha il bancomat funzionante... in tanti han già prelevato ma, considerando le commissioni date da prelievi da banca differente, ho ringraziato l'universo di avere in tasca il contante.
Torno a consegnare il foglietto pagato e entro dall'ingresso principale (quello da dove non dovevo uscire per non contaminare nessuno) lascio il tutto ed esco... e... cosa noto all'uscita? Che la medicina nucleare è proprio di fronte al parco giochi per bambini... Praticamente dei Geni!!!
Non contenta di aver contaminato solo i pazienti o famigliari che transitavano sfigatamente in quell'area, vado al lavoro. Il fisico me lo permette, non ho conseguenze strane e nel mio più profondo pensiero penso: "Vedi un pò che le radiazioni mi velocizzano il pc?" e invece.... continua imperterrito ad esser lento come una lumaca ... mi vien quasi voglia di buttarlo inavvertitamente a terra... poi si che lo cambiano!
Ma torniamo al problema;
I miei fagiolini nella tiroide stanno bene, non mi dan fastidio ma è il valore del TSH che è basso, per questo l'endocrinologa mi scrive che tendo all'ipotiroidismo. Sono andata sul web e scopro che non ho affatto i sintomi dell'Ipo (ad eccezione del Nanismo ... ma quello ce l'ho dalla nascita... quando uno è basso poco ci fa...), anche la mia doct. mi scrive Ipo e, invece, scopro che è ipertiroidismo (ed effettivamente i sintomi sono un poco più simili). Considerando che il valore del TSH è basso da un anno e che il precedente endocrinologo non se nè accorto, anzi, mi ha solo consigliato di dimagrire (come del resto aveva già fatto anni prima), considerando che sono ingrassata ma non sono obesa, mi chiedo; Ma chi ci cura?
Ho pagato una visita per non avere un'esito certo, per poi averlo a un anno di distanza (che nel frattempo le cellule possono aver lavorato egreggiamente considerando che un tumore può espandersi anche in pochi giorni), chi mi ha dato l'esito quest'anno mi scrive che ho l'esatto opposto e io non mi devo preoccupare ma mi devo affidare a  persone che hanno la laurea e hanno studiato questa materia?
Ma per chi mi avete preso? Per topo gigio?
In sostanza con l'esame di oggi devo scoprire se i miei fagiolini sono caldi o freddi, nel secondo caso dovrò effettuare un secondo agoaspirato, prendere la pastiglia apposita e, col tempo, potrei dover asportare la Tiroide.
Nel caso siano calienti, invece, saprò che ho in corpo un'alta percentuale di ormoni e oggi mi hanno consigliato una possibile terapia alternativa che potrei valutare, ma prima devo essere informata su più fattori.

domenica 15 settembre 2019

Maria Bettetini


Ho cercato informazioni sul Web, non capisco perché, essendo nata a Milano e essendo conosciuta anche in Sicilia e Siracusa Wikipedia le riserva una pagina scritta in Lingua Francese e non traducibile in Italiano.
Subito mi son chiesta; ma se è esperta nel Medioevale perché viene a parlar di Velo? Così scopro che tratta anche di neoplatonismo e qui son dovuta andare sul dizionario...insomma ... qui un po di religione c'entra e, da come parla al pubblico, sembra che sa bene ciò che esprime.
Ricordo che il velo lo portava anche mia Nonna, era un Foulard da cui si separava solo nel momento in cui si coricava per dormire, concordo che alcune donne sono appreziosite dal decoro di un velo ben posizionato e con colori sgrargianti, anche le spose in chiesa portano il velo per scelta. Quel che dice la Ragazza però è altro; se una donna lo vuol indossare perché privarle questo desiderio? Diverso è imporre il velo come dovere obbligatorio perché l'imposizione di un simbolo che priva dei diritti umani di libertà. 

Filosolfeggi Canini

Son tre giorni che l'umana mi porta al festival Della Filosofia, sempre quello in cui ho trovato quel simpatico umano che ha proposto il Reddito di Mobilità d'altronde io di mobilità ne faccio assai....
Non c'era ma la situazione è sempre la medesima; gruppi di umani riuniti intenti ad ascoltarne uno che parla su di un palco, quest'anno l'argomento è; "Persone" , ma? Non si chiamano umani? Che differenza c'è?
Solitamente arriviamo che tutti son già seduti concentrati ad ascoltare (anche se uno l'ho visto che sonnecchiava) e quindi, essendo il discorso già iniziato, ci godiamo solo gli applausi per poi attendere con carezze pazienti, il successivo di turno.
Tra un'attesa e l'altra c'è il nostro amico delle giostre, quello a cui l'umana ruba la sedia per potersi sedere all'ombra. Nell'attesa gli ha chiesto il prezzo di un giro in giostra; 2Euro per due Minuti... cioè... è esageratissimo.. quasi ci cacciava quando l'umana ha iniziato a cercar di convincerlo ad abbassare i prezzi... Le paghette non son più quelle di una volta e ci sono anche altri interessi per i giovani pargoli... Ma lui nulla... imperterrito ha affermato che è così fin dalle lire: 2 minuti per 2 Mila lire... e no... Ribatte lei...
Ragazzi lei c'ha provato ma non penso che ci sia riuscita!!!
Qualcosa però si riesce a percepire; Nathalie Heinich ha già abbondantemente iniziato il suo discorso sull' "Identità Umana", difficile è concentrare un così complesso discorso in solo un'ora e, soprattutto, parlando a persone che possono o non possono intendere sfumature di psicologia..
Ops... ho scritto persone, volevo dire Umani...
L'identità; io sono un cane, ma non sono un cane qualunque perché c'è stato chi ha deciso che io devo essere un Barboncino, ma non solo un barboncino... perché di Barboncini ce ne sono di diversi tipi e io non ricordo a quale settore appartengo.
Però qui parlano di persona mentre io sono un cane... allora... L'umana che è con me è definita Italiana, è donna e ha determinate caratteristiche che la contraddistinguono nella società.
Oggi invece siamo arrivati quando Silvano Petrosino quasi ha concluso il suo discorso sulla Totalità e L'Infinito... siamo arrivati a tendone stracolmo di Umani, alcuni son dovuti restare in piedi, noi compresi... anzi lei.. io mi sdraio comunque! Purtroppo di costui abbiam poco da dire io e l'umana se non che merita di essere ascoltato per intero perché determinati fili di ragionamento parevan di gran lunga interessanti.
Ovviamente tutti gli umani presenti hanno applaudito la mia presenza!!!!

Ognuno è un genio.

Carlo Sini ha attratto completamente il mio interesse,, mentre altri leggono fogli di scritti precedentemente impostati e formulati in un linguaggio più comprensibile alle menti non allenate, poco predisposte o ancora fresche di pochi concetti, lui orienta le sue tematiche utilizzando solo alcuni appunti, forse delle mappe concettuali. Mantiene uno stile verbale emblematico, lo stesso stile che ho osservato con Umberto Galimberti.
La lezione inizia con una domanda che pare semplice; Perché ora siamo qui, in questa Piazza, con il nostro corpo? La risposta: " Stavo facendo una passeggiata con il cane" si è spenta nel momento in cui la spiegazione si è addentrata in un concetto più profondo.
Individuo e individualità... è lui che ha presentato questi concetti? In questi tre giorni ne ho ascoltati tanti di concetti, non vorrei che la mia mente iniziasse a fare un po di confusione...
Amo l'individualità perché aiuta maggiomente gli altri e se stessi, se l'individuo segue la propria individualità muove le energie attorno a se e aiuta più facilmente chi vuol essere aiutato.
I discorsi elaborati nella sua lezione sul "Corpo" li ho, in parte letti, nel libro che ho preso in biblioteca e che sto ora leggendo. Ogni essere decide di effettuare una propria esperienza nel corpo in cui vive, lo usa per toccare cose che sono astratte e che non gli interessano veramente perché la sua esperienza di vita è destinata ad altro. Le cose che ci accadono sono frutto di un'esperienza che dobbiamo imparare ad elaborare, se è capitata è perché doveva accadere, ci son state energie mosse che hanno portato a fare ciò che è stato fatto perché qualcuno lo ha pensato e ne ha attratto il compimento.
Sta a noi analizzarne , sulla base di chi siamo e cosa vogliamo, l'elaborato e trarre il succo che occorre al nostro io.


Perché con alcuni Filosofimi vien da ridere come se stesero dicendo una fesseria?

Sotto il sol cocente
di metà Settembre
Praticamente è ciò che ho sempre sostenuto.. cioè... potrei già diventare una Filosofa!!!
Per non peccare in presunzione facendola passar per forza d'animo forse è il caso di aggiungere la parola "Apprendista"...
Come sostiene Salvatore Natoli il carattere dell'individuo è formato da vari elementi, tra cui la genetica. La forza contraddistingue il tessuto della Persona. In sostanza il Carattere è la caratteristica individuale che contraddistingue ogni essere umano, com'è per il codice a Barre di un prodotto inserito nel commercio Globale, così è che non ci sarà mai, al mondo, un individuo che ha il medesimo carattere di un altro, non si troverà altro soggetto che ha avuto lo stesso vissuto e gli stessi indirizzamenti, la stessa famiglia di un altro individuo.
Genetica, vissuto, esperienze, insegnamenti, caratteristiche sono tutti differenti anche solo in una piccola sfumatura del loro transito.
Salvatore Natoli

Questo già lo sostenevo da tempo, dopo aver analizzato la mia famiglia e dopo essermi chiesta come fanno due fratelli (che è una spugna assorbente in tenera età per l'apprendimento) inseriti in un medesimo contesto, con gli stessi insegnamenti famigliari, con le medesime idee (sotto alcuni aspetti riferiti al vissuto famigliare) ad essere completamente opposti?
Avendolo vissuto affermo che la differenza è nelle scelte quotidiane che facciamo. "Siamo quello che scegliamo" ; una vecchia frase letta, con molta probabilità, da un altro filosofo... Come nel film "Sliding Doors" in cui è possibile vedere le differenti vite nel caso in cui viene preso o non riesce a prendere, un determinato treno.
Stessa cosa son le scelte la vita, in base a queste, prende pieghe differenti, addolcisce con colori o causa drastici malumori. Per questo motivo possono portare delle difficoltà ma, tali difficoltà, sono il percorso essenziale che serve ad insegnarci a superarle e, quindi, continuare a formare il carattere.
La presunzione, la cattiveria, l'arroganza o la maleducazione non sono segno di forza ma di debolezza protetta. Il nostro carattere è in continua evoluzione e non è detto che se risulti in un determinato stato d'animo a causa di una determinata circostanza poi tu, a distanza di tempo in un contesto medesimo risulti essere nel medesimo modo. Ma questo è un mio pensiero e non quello (forse) del signor Salvatore.
Qual'è la bilancia che fa oscillare i sensi correttamente? Lui parla di esser Lieti (chi vuol esser lieto sia... di doman non c'è certezza... cioè... non lo ha detta il filosofo ma ci stava bene...)
Personalmente penso che sia l'amore verso se stessi, verso la vita, gli altri, gli animali, il lavoro a far scattare la forza dell' amare e,  quindi, di fare senza troppa fatica. Viziare i propri interessi, capire i differenti livelli d'animo in quel determinato tempo.
A questo aggiungerei un pizzico di egoismo (e qui dovrei chiedere a un filosofo se l'amor proprio può già essere inteso come egoismo o se sono due fattori non strettamente collegati. E il vaffanculismo?) perché si sa, oggigiorno, se dai eccessivo amore, ti possono considerare una persona superficiale, forse un poco frivola, quindi potenzialmente semplice da calpestare per qualsiasi proprio fine!

Silvia Vegetti Finzi la stavo iniziando un poco a deridere a causa di un inizio  poco conforme alle solite ferme intenzioni di chi vuol spigar filosofia, stava quasi per sfuggirmi un "Amen" in più occasioni a causa di una maggiore coerenza con quelle che sono le tematiche religiose.
Come il ragazzo delle giostre che, geloso che le sue sedie venissero utilizzate solo per i genitori che facevano fare un giro sulla giostra (anche se in giro dura meno di 5 minuti e se io fossi genitore mi accuccerei a fianco a quella che gira in tondo approfittando del fatto che ho la scusa per salirci) al medesimo modo mi ha fatto ridere il discorso iniziale un po più simile a un tema di scuola rispetto a un discorso di alta filosofia.
Poi ha modificato il suo discorso ed eccomi a parlar bene del residuo ascolto dell'appreso concetto di vita genitoriale in correlazione a quelli che sono i reali problemi degli adolescenti.
Ma tu non hai figli? Mi porrei da sola codesto quesito...
Si ok... però mi piace ascoltare queste cose dai tempi in cui guardavo la tv e mi ero appassionata alle conversazioni dei gruppi di ragazzi di Maria de Filippi (Amici? .. forse..)
Il tema della maschera io lo giudico in modo differente, ma è lei la filosofa anche se io sono apprendista e un poco potrei esser nella ragione!!!

sabato 14 settembre 2019

Il buco nero Fotografato nell'Aprile del 2019

Mentre passaggio in direzione casa guardo il cielo pensando all'ultimo argomento del festival della filosofia; chissà se tra trigliardi di anni la terra verrà risucchiata da un buco nero? Ma se è nero perché non dubitare che ce ne sia uno vicinissimo a noi? Beh, forse La De Laurentis e Pietroni Lo dovrebbero sapere, se lo sanno e non lo dicono è perché ciò che è stato detto è tutta pura teoria elaborata e ricostruita con sofisticati (e quindi costosissimi) computer.
E io? Io che volevo fare una domanda concreta dopo tutta questa teoria cosa scopro? Che le mani alzate situate in fondo al lungo capannone, i filosofi e gli studiosi, non le vedono.
Perciò, vi comunico, che se avete intenzione di partecipare attivamente ad un qualsiasi comizio o spiegazione, è bene sedersi nella prima metà della stanza!!!
Chissà se Luca Parmitano e i suoi compari, dalla stazione spaziale della Nasa, vedono o percepiscono possibili buchi neri? Chissà se questi studiosi si stanno ora affidando a loro per cercare di rendere reali le supposizioni create con le formule matematiche? Chissà come fanno ad arrivare a creare una simulazione da una formula matematica?
Questa è indubbiamente una tematica che ha riempito il mio (ma non solo mio) interesse assieme ad atri titoli che hanno risvegliato curiosità.

Ed eccomi a far il resoconto della prima giornata del festival della Filosofia;


Dovè finito il rispetto? dovè finita la reciproca solidarietà dei videoproduttori? Dovè finita la fine curanza dell'altrui lavoro/Passione?
Quello sopra è il quarto video che ho fatto e, finalmente, solo l'abbaiar del cane si sente in lontananza.... I precedenti eran tutti ricchi di teste mozze e frasi di incombenze per il giorno successivo, insomma i classici video che ogni individuo fa se in possesso della macchina fotografica.
Ma per questa band musicale volevo qualcosa di più pulito, già il telefonino ha uno scarso zoom, se poi ci si aggiungono tutti i disturbi sopra elencati diventa una ciofeca di video...
E i filosofi?
Solo due ne ho visti....
Paolo Ercolani che parla di Social?
Indubbiamente interessante anche se, come sempre accade, si tende un poco a evidenziare ciò che la rete imprigiona piuttosto che analizzare il reale problema che molti non sanno come usare il web con criterio. Certo è che lui centralizza il suo discorso sulla generazione che è nata con i social attivi e non a chi ha acquisito una propria identità prima di questa nuova era.
Un discorso è imparare l'informatica portandosi dietro un bagaglio di esperienza reale già acquisita, diverso è crescere in un contesto in cui fai fatica a relazionarti (se non tramite uno schermo protettivo) per crearti una tua identità.
E? più facile relazionarsi sui social? Inevitabilmente... soprattutto se spari solo minchiate e condividi i post che sai già che faranno ridere, post già preconfezionati che non ti stimolano la fantasia e la creazione.
Poi ha raccontato una favola, ora, non so per certo se quella del link è quella realmente intesa da lui ma ci somiglia molto... La storia del treno sui binari è stata studiata in senso psicologico.
La vita di ogni individuo si comanda meglio se questa è inserita in un binario che segue una certa via. Diverso è se il treno deraglia... in questo caso la persona è imprevedibile e c'è stato nel passato il momento in cui tutti gli imprevedibili son stati perseguitati per ofuscare la conoscenza.
Le grosse menti vi vogliono ignoranti e superficiali così che loro possano agire indisturbati grazie ai favori dei vostri consensi dati da gente carismatica che vi indirizza come meglio crede.... ma questo in pochi lo capiamo...

Il secondo individuo è un certo; Olivier Roy un Francese un poco noioso che ha parlato dell'Islam che tende a cercare di eliminare i simboli della religione Cristiana a Vantaggio dei Propri. Già io son Atea e non credo al simbolismo, già penso che non esistano più credi differenti ma che, in origine, ci fosse un'unico dio e che poi gli umani, per proprio interesse, hanno creato i simboli che a loro avvantaggiano.... Va a finire che divento veramente Baha'ia!!!!



mercoledì 11 settembre 2019

Reso o diritto di Recesso di un bene acquistato in Negozio.

Già in questo post ho parlato del mio problema sull'acquisto di un Ferro da stiro... Purtroppo ho appreso ora che, da qualche mese, i diritti di acquisto in negozio da parte del consumatore, son stati modificati favorendo gli acquisti on line.

Cioè, facciamo l'esempio anche solo di un regalo... ipotizziamo che il ferro da stiro lo dovessi regalare e al futuro proprietario non è piaciuto. Secondo la legge se hai modo di provarlo e vederlo fisicamente, come nel caso di acquisto in negozio, l'articolo non si cambia. Solo se è difettato è possibile entro i  14 giorni con raccomandata con ricevuta di ritorno. Trascorsi le quasi due settimane, se la raccomandata la invii tardi, puoi ottenere il rimborso ma con una penalizzazione nel prezzo. Per l' on line, però quest'ultimo diritto è garantito a prescindere, anche se l'articolo non piace.
Perciò le cose più importanti, d'ora in poi, saranno solo acquistate on line.... e il ferro?
Il ferro lo hanno provato... a dir loro funziona ma a me perdeva visivamente acqua e, siccome il denaro è comunque andato perduto, mi voglio togliere uno sfizio....
Chissà ...  se a tutti verrà in mente di lasciare abbandonato l'articolo nel magazzino del negozio inquisito o, come in questo caso, sotto al bancone della cassa, rischian di trovarsi tutti sommersi da articoli già pagati ma non ritirati.
Chissà dove andrà a finire il mio ferro? Chissà per quanto tempo prenderà polvere dietro il bancone della cassa.... Chissà se qualcuno se ne approprierà indebitamente?  Chissà se ci sarà ancora a Dicembre quando, forse, ci andrò....

domenica 8 settembre 2019

Donato Cascione e il suo laboratorio della Civiltà Contadina;

Donato Cascione lo incontro per caso. Ero intenta a curiosare in una bancarella di prodotti di artigianato locale in cui ho acquistato il mio ricordo della City; Il tipico Cu-cu con indosso il campanello del Monacello, quando giunge una ragazza.
La tradizione vuole che il Cu-cu veniva anticamente offerto in dono alla futura sposa o alla famiglia, veniva addobbato e abbellito con la promessa riservata alla futura moglie. Questa promessa poteva essere segno d'amore,di numerosi figli, di lavoro o di prosperità.
Il monacello, invece, era uno spiritello fastidioso che si divertiva afar le treccie agli asini di Notte e si appoggiava sul cuore di uno della famiglia, questo doveva togliergli il cappello per poter essere felice (non ho capito il perché ma le tradizioni son sempre un poco ambigue).
Intenta a capir bene la storia di ciò che ho acquistato quando giunge in negozio la corvina ragazza che mi fa cenno di seguirla perché mi vuole accompagnare in un luogo che, a parer suo, devo assolutamente visitare.
La seguo...
Passiamo attraverso il dietro le quinte della registrazione del nuovo film di J. Bond per poi giungere in quello che è il "Laboratorio degli antichi Mestieri della Civiltà contadina" gestito, allestito e curato da Donato Cascione e da un'associazione.
Lui è uno scrittore, in bella vista il suo ultimo libro che mi ha un poco incuriosito, nel corso degli anni, oltre a pagine di libri, ha arricchito la sua storica collezione di antichi oggetti e attrezzi di lavoro utilizzati dagli antichi abitanti dei sassi.
Il costo per visitare il tutto è di soli €3.00 e il signor Donato è ben lieto di arricchire di racconti la visita e di renderla unica e notevolmente interessante rispetto ai numerosi video collocati nelle grotte di Sasso Caveoso.
Il signore rimpiange un poco i tempi trascorsi, Perché rimpiangerli se son stati anni di miseria e povertà? Anni in cui era necessariotogliere gli esclementi a mano dalle abitazioni? Anni in cui il tasso di mortalità infantile era elevato a causa della scarsa igiene e della convivenza con gli animali in ristrettissimi metri quadrati di grotta?
Dopo avegli posto un po di quesiti ho capito di cosa, il signor Cascione, si rammarica e i suoi dubbi son più che comprensibili;

I turisti prendono le loro rotelle poi? Cosa ci rimane? Calpestano anni di Storia senza lasciare nulla del loro passaggio per poter evolvere la storia di nuovi elementi.
 Continuare la storia... è già... cosa lasciano i turisti? Quali ricordi del nostro presente si potranno conservare nel tempo futuro? Che evoluzione avranno i Sassi e Matera stessa? Sarà solo un via e vai di turismo incontrollato, di Bar e ricordi di Souvenir?
Oppure ci sarà altra vita futura con altre ricche attività tra i Sassi come piacerebbe vedere al Signor Cascione?  Rimarrà solo un ricordo trascorso oppure ci sarà altra vita con differenti racconti?
Indubbiamente già che sia la sede preferita per molti registi internazionali è un gran bel presupposto futuro e presente, già con i film girati in questo luogo si potrebbero sviluppare caverne a tema "Cinema" con proiezioni e informazioni.
Il signor Cascione è da pochi giorni Settantenne un intellettuale nostalgico di un ricordo che non vivrà più, anni indubbiamente ricchi di sofferenza ma che gli hanno lasciato il cuore colmo di storie da tramandare e da insegnare nel laboratorio in cui insegna ai più giovani i mestieri del tempo trascorso. Vergine ascendente gemelli, una coincidenza da non poter lasciar parlar il caso. Soprattutto dopo aver ascoltato i suoi racconti ricchi di ricordi e di storia che mi e gli hanno fatto salire un sprizzo di lacrime, giusto un velo... per illuminar lo sguardo.
Il laboratorio è invaso di antichità; il letto ormai visto in molte grotte è al centro dell'entrata. E' alto per recuperar posto e lasciar scorrere le galline in più ampio spazio.  Il luogo è stato chiaramente ampliato, una grotta antica scavata sarà stata grande come un miniappartamento da 40 Mq, il laboratorio è formato dall'unione di più grotte in cui son stati scavati dei varchi e, il tutto, forma ora un'ampiezza di circa 600 Mq, tutti stirpati di vecchiume ben conservato.
Mi ha spiegato il certificato di un documento visto esposto; "Certificato di Monta" Tipo un antico Pedigree per il mulo. Poi si prosegue con gli antichi mestieri; Setacciaio, la stanza del prete, quello che ricuciva i cocci per non buttr via nemmeno un piatto,

 Poi ancora il Panieraio attività che consisteva nel confezionare i recipienti di vimini e canne.
Scalpellino e barbiere, il conciapelli... e tanti altri...
Per poi arrivare a quei mestieri poco riconosciuti come;
-Il banditore; Girava per le strade per leggere ad alta voce le disposizioni delle autorità o informare su eventi e novità.
-Le Prefiche; Donne pagate per piangere ai funerali.
-Il Cordaio; Produceva corde e reti.
-La Mammana; Aiutava le donne a partorire e ad abortire.
-La maga;Liberava da "fatture" con preghiere e formule rituali.

Ho trovato anche l'edizione del "Corriere dei Piccoli" il mio periodico per bambini preferito in infanzia!!!


Indubbiamente da visitare se si è a Matera!!!!

sabato 7 settembre 2019

Alla scoperta della "purtroppo non famosa" Puccia!

Son entrata la prima sera e ho deciso di assaggiare "La Mattonella" una squisita sfoglia ripiena di non ricordo cosa...
Perché non sceglier subito la puccia? In borsetta ho già una focaccia acquistata in un forno alla mattina che mangerò il giorno successivo, per questo motivo una puccia intera sarebbe stata indubbiamente esagerata... e poi...
Giungo al negozio nel momento in cui la Mattonella esce dal forno... come non provarla ad assaggiare? Oltretutto costa solo €1,90...
Così la ordino e Enzo, il ragazzo che prende le ordinazioni, si raccomanda di non mangiarla immediatamente perché questo è un alimento che "Frega"; anche se sembra raffreddato all'esterno l'interno rimane bollente per più tempo. Ovviamente rischiando di ustionare il palato facendo così perdere ogni traccia di gusto e sapore agli organi gustativi.
Saziamente ricca di sapore, una fetta riempie il corpo fino alla mattina successiva.La sera seguente son tornata per gustar la famosa, ma non così famosa, Puccia; una via di mezzo tra una pizza e un panino ma con il diametro di una piadina Romagnola.
Dentro puoi mettere tutti gli ingredienti che preferisci, scegliere differenti gusti e abbinamenti ma l'importante è scegliere bene il tipo di pasta utilizzata.
Le prime assaggiate a Matera non avevano la fragranza di quella assaggiata in questo luogo. E' leggera e non appesantisce, appaga stomaco e palato e, se qualcuno la commercializzasse al nord d'Italia, la tornerei volentieri a gustare....

giovedì 5 settembre 2019

4 giorni a visitar i Sassi di Matera cercando di non superare il budget previsto... TirchiaForever atto secondo!!!!!

Cosa vuoi scoprire tu di una Città? Qual'è il tipo di bellezza che affascina la tua mente? e il tuo pensiero? La tua fantasia?
Penso di essere stata attratta da Matera grazie al fatto che è divenuta Capitale Europea della Cultura, non è cosa da poco avere, nel proprio stato, una City con codesta nomina.
Ai miei occhi e al mio pensiero è divenuta subito preziosa, non tutte le città meritano tale titolo e non tutte le città diventano facilmente "Patrimonio Nazionale Dell'Umanità".

Come una perla da proteggere ho camminato tra i sassi ricchi di antica storia, tracce Neolitiche son tutt'ora presenti e Visitabili.
Antiche caverne son state rimesse a nuovo per poter ospitare i più curiosi ed accoglierli in quelli che ora sono moderni B&b.
Chissà com'è vivere in una Roccia? L'immensa umidità che ho visto nelle pareti della caverna che ospitava l'esposizione artistica "Tutti i pani del Mondo" indubbiamente non sarà presente nelle strutture ristrutturate. L'originalità della Muffa presente e l'odore intenso non possono far convivere il dolce soggiorno di turisti possibilmente già artritici.
Personalmente ho preferito soggiornare in uno dei tre Borghi di Matera; "La Martella", quello dei tre maggiormente abitato e comodo ai Bus nonostante piccoli disguidi avuti per la differenza di precisione rispetto al Nord.
Il B&b "Il Borgo la Martella" dista poco più di dieci minuti di Autobus, Piazza Matteotti è veramente molto vicina e, da qui, si raggiunge agevolmente qualsiasi zona della City. La Martella, invece, è tutt'ora molto rustica è la meno coltivata rispetto ai tre borghi e semplice nel contesto.
Dolce è svegliarsi al Chiccirichì acuto del gallo accompagnato da soavi uccellini.... Quasi come un'armonica orchestra che intona un'uguale melodia sempre differente. Festosi cani si uniscono simboleggiando rintocchi di tamburi.
Poi il gallo smette, gli uccellini placano il loro cinguettio e rimangono solo i tamburi.
L'appassionato pensavo gestisse un canile, almeno sette cani son comparsi alla mia vista, e invece no... pare sia un'amante dei pelosi e pare li curi con criterio.
Giungo alla fermata del Bus per la prima volta la mattina successiva al mio arrivo; Com'è Possibile? Non ci sono informazioni su orari e tariffe e non c'è una misera panchina in cui sedersi. Guardo su google Maps; non sono indicati gli orari come invece solitamente accade... chissà come funziona questo tipo di aggiornamento a casa Google?  Sarà la Miccolis a non aver comunicato al Web i suoi orari? Oppure il Gigante Google si cura solo di altri gestori?
Con il Passaporto di Matera si ha la possibilità di accedere gratuitamente a tutte le mostre e gli eventi esercitati durante il corso dell'anno 2019 e ha un costo di oltre 19€ se vengono considerate le tasse aggiuntive sul sito Ticketone, comprende il trasporto urbano gratuito.
Purtroppo gli eventi son pochissimi durante il periodo in cui io soggiorno nella City, e poi? perché sprecar tempo racchiusi dentro all'arte di qualche singolo individuo limitando il tempo a disposizione per quella che è l'arte di un'intera città?
Opto così per acquistare la tessera Bus dal costo di 8€ e comprensiva di 12 viaggi, purtroppo a Matera non esiste una card con Siti annessi, il passaporto non li comprende e, anche per questo motivo, penso che l'organizzazione di questa stupenda occasione abbia penalizzato ciò che essere Capitale Europea, poteva portar loro...
Il Budget del Viaggio;Premesso che son riuscita a oltrepassare, di poco, il budget previsto... durante il 2019 son già stata in Israele e non volevo oltrepassare i 200-250 euro pur volendo vedere quest'anno questa stupenda Città.
Fortunatamente ho trovato un'occasione di Aereo, andata e ritorno, a € 38,56. ovviamente con una sacca minuscola che, per quattro giorni, è stata più che sufficiente.
Il B&b è costato 96 € comprensivo di tasse di soggiorno I vari trasporti da e per i vari luoghi (aereo compreso) €30. Siti visitati € 15 (la cosa positiva è che tutti gli ingressi sono veramente molto economici). Cibo, colazioni e sfizioserie € 37,60. Al tutto aggiungo il Cu-Cu ricordo €3.00 e le pile per la macchina fotografica purtroppo dimenticate a casa € 4.60.
In tutto speso € 224,76 e con questo viaggio continua ad esser validamente sostenuta la mia teoria che si può viaggiar anche senza spendere esageratamente.
Luoghi ;
I Sassi... Un sali e scendi di viuzze ricche di Chiancarelle, un tipo di pietra piccola e molto scivolosa (soprattutto con i sandali ai piedi del primo giorno abbinati alla leggera pioggia..). Anticamente il sentiero non esisteva e, a quanto mi ha raccontato una ex guida turistica ora abitante Londinese, la zona più bassa era la più povera perché quella più vicina agli escrementi, più si saliva e migliore era la condizione sociale.
Fino ad arrivare al quartiere a via del Corso e Via Ridola luogo costruito in seguito, più ricco e strutturato in modo che il Barisano e il Caveoso rimanessero nascosti alla vista dell'occhio umano. Essendo i due luoghi estremamente poveri erano considerati una vergogna Nazionale da tener nascosta. In un successivo periodo gli abitanti furono spostati in case popolari, le grotte rimasero vuote e proibite fino a nuova ordinanza.
Furono vendute a €500 a grotta con l'obbligo di sistemare e rimettere a nuovo per portare nuova vita ad un luogo a lungo abbandonato. Attualmente le grotte vuote sono ancora numerose ma molti sono i B&b, i bar, i negozi di souvenir e gli innumerevoli luoghi di visita come le case Grotta e le Chiese Rupestri.
Le case Grotta;
Se ne possono trovare una miriade, tutte son veramente molto piccine e, in ogni casa, viveva un'intera famiglia con asini e animali. Una grotta di circa 40Mq in cui i bambini venivano messi a dormire nei cassetti del comò e il letto era alto per poter dar spazio alle galline. L'umidità era elevata e la puzza indubbiamente forte per la presenza di escrementi che venivano utilizzati anche per scaldarsi.
Ovviamente il tasso di mortalità infantile era molto elevato.
La Casa Cisterna;
E' una casa identica a quelle definite "Grotta" solo un poco più grandi perché avevano, al loro interno, la lavorazione del grano e delle cisterne di raccolta d'acqua piovana come scorta per l'uso quotidiano.
Casa Grotta del Casalnuovo;
E' una delle ultime scavate, molto più ampia perché scavata maggiormente. Estremamente umida d'estate e più calda in inverno era perfetta per conservare cibi e alimenti. Anche in questa era presente una cisterna di raccolta d'acqua piovana ed è stata, nel corso del tempo, anche una chiesa (è presente un' altare).
Casa Cava;
Ora è un teatro, molto grazioso e ben strutturato, in cui son presenti i quadri di due artisti emergenti e un video ben strutturato su Matera è proiettato per permettere ai visitatori di conoscere la reale storia di ciò che è accaduto, nel luogo, durante il trascorso passato.
Palombaro Lungo;
Un'immensa cisterna, ovviamente non più in funzione ma, sul fondo, è presente l'acqua stagnante della falda. Ben visibili i segni che l'acqua e i secchi perduti involontariamente han lasciato sulle pareti ricoperte e smussate negli angoli. Purtroppo solo il tufo non era sufficiente per poter trattenere senza danno tutta la raccolta d'acqua e le pareti son state rivestite di altro materiale ben studiato.
Anticamente si usava andar a prendere l'acqua come stato di vita sociale, le giovani venivano appositamente mandate dalle madri per vedere se poteva esistere un incontro amoroso. Il secchiello veniva fatto scendere dai fori presenti nella parte alta e, io mi chiedo, chissà se solo i secchielli si son persi o se, involontariamente o volontariamente, qualche vita non sia andata perduta in quell'immenso contenitore d'acqua?
Chiese Rupestri;
Vista una, viste tutte... trattasi di una grotta con un altare e dei disegni alle pareti purtroppo non ben conservati (in una era in corso una ristrutturazione). Sono entrata nella chiesa di "Santa Maria De Idris" perché è spettacolare vederla da fuori. Una roccia posta nel punto più alto di sasso Caveoso, maestosa esternamente, minuscola internamente. Son entrata e subito mi hanno offerto un 3x2 di ingresso ad altre due chiese.. ne ho scelto solo una, al costo di €6.00 sono entrata anche In quella di San Pietro Barisano posta nel sasso Barisano.
La seconda è la più bella perché comprende al suo interno delle opere d'arte dell'artista Louise Manzon in cui presenta la sua collezione "Metamorphosis", vi sono oggetti riutilizzati per sensibilizzare il problema odierno dei Mari.
In questa ambienti sotterranei visitabili che venivano utilizzati per la "Scolatura" dei cadaveri. Questa pratica funebre era riservata ai sacerdoti o agli aspiranti tali: i cadaveri venivano collocati seduti dentro nicchie e rimossi solo al termine della decomposizione.
Castello Tramontano;
Purtroppo non visitabile se non in determinate giornate in cui il F.A.I. ne consente l'accesso, ho incontrato una guida nei pressi del parco (ampiamente visitabile in determinati orari) che mi racconta il motivo di questo negato accesso...
I sotterranei del minuscolo castello sono un susseguirsi di cunicoli non completamente scoperti e, mi dice il ragazzo, che alcuni giungono fino al Duomo della City.
Casa Noha;
Non l'ho visitata, ho preferito recarmi a Casa Grotta come suggeritomi dal Forum di Tripadvisor. Trattasi di una grotta contenente filmati che rappresentano la vita del passato dal costo più elevato d'ingresso rispetto a quelle visitate che comprendono anche gli arredi.
La Cattedrale (Che è il Duomo ma ci ho messo un po a capirlo);
Internamente è estremamente ricca, pare quasi ricoperta d'oro, ricchi decori la fanno risplendere come un piccolo gioiello. All'ingresso una ragazza che mi fa un poco sorridere; il vocio è un po elevato e lei? cosa fa? afferra con decisione il microfono e "ShSSS!!! Basta!". Sui gradini dell'ingresso, invece, un uomo di colore chiede l'elemosina, gli regalo 20 cent in cambio di una photo, era mia intenzione immortalare il visivo contrasto che la chiesa ha nella sua infinita falsa bontà d'animo... purtroppo non me lo ha permesso, mi ha spiegato il motivo e non voglio scriverlo... però i 20 cent glieli ho lasciati...
Palazzo Lanfranchi;
E' accessibile solo acquistando il passaporto di Matera... o almeno questo è ciò che mi ha fatto credere la giovincella all'ingresso... sul sito è specificato un' importo di € 3.00.. perché dire il falso?
Ovviamente per vendermi il giornaliero passaporto da 10 euro.  Fingendomi interessata le ho posto delle domande (ovviamente sapendo che il passaporto è valido solo per il giorno stesso ed erano già circa le due del pomeriggio) Solo dopo le mie domande mi comunica che scade la sera, però mi dice fiera che posso iniziare ad usarlo dal giorno successivo.... Non sono entrata.... Purtroppo in tanti cercano di rifilarti ogni genere di acquisto pur di farti spendere....
Ha Schult e il suo esercito dei Trash People;
E' sorprendente il fatto che son giunta in questa esposizione gratuita e trovo dei quadri di Photo scattate nei luoghi in cui l'esercito è stato portato in mostra tra cui Matera e Tel Aviv. Le due City da me visitate nel 2019 hanno una rappresentanza artistica di questo famoso personaggio...
Le opere sono forme umane rappresentate con plastica riciclata rappresentanti degli umani a grandezza naturale. Sono opere dal valore di 12.000 euro e rappresentano la spazzatura umana intesa come oceano ormai invaso da cui sarà difficile liberarsene. Ma la spazzatura rappresenta anche l'interno dell'uomo stesso; lo sporco di cui non si libera, le scorie che trattiene nel proprio organismo, nel proprio animo e, quindi, nella propria vita.
Donato Cascione e il suo laboratorio della Civiltà Contadina;

Donato Cascione lo incontro per caso. Ero intenta a curiosare in una bancarella di prodotti di artigianato locale in cui ho acquistato il mio ricordo della City; Il tipico Cu-cu con indosso il campanello del Monacello, quando giunge una ragazza.
La tradizione vuole che il Cu-cu veniva anticamente offerto in dono alla futura sposa o alla famiglia, veniva addobbato e abbellito con la promessa riservata alla futura moglie. Questa promessa poteva essere segno d'amore,di numerosi figli, di lavoro o di prosperità.
Il monacello, invece, era uno spiritello fastidioso che si divertiva afar le trecce agli asini di Notte e si appoggiava sul cuore di uno della famiglia, questo doveva togliergli il cappello per poter essere felice (non ho capito il perché ma le tradizioni son sempre un poco ambigue).
Intenta a capir bene la storia di ciò che ho acquistato quando giunge in negozio la corvina ragazza che mi fa cenno di seguirla perché mi vuole accompagnare in un luogo che, a parer suo, devo assolutamente visitare.
La seguo...
Passiamo attraverso il dietro le quinte della registrazione del nuovo film di J. Bond per poi giungere in quello che è il "Laboratorio degli antichi Mestieri della Civiltà contadina" gestito, allestito e curato da Donato Cascione e da un'associazione.
Lui è uno scrittore, in bella vista il suo ultimo libro che mi ha un poco incuriosito, nel corso degli anni, oltre a pagine di libri, ha arricchito la sua storica collezione di antichi oggetti e attrezzi di lavoro utilizzati dagli antichi abitanti dei sassi.
Il costo per visitare il tutto è di soli €3.00 e il signor Donato è ben lieto di arricchire di racconti la visita e di renderla unica e notevolmente interessante rispetto ai numerosi video collocati nelle grotte di Sasso Caveoso.
Il signore rimpiange un poco i tempi trascorsi, Perché rimpiangerli se son stati anni di miseria e povertà? Anni in cui era necessario togliere gli esclementi a mano dalle abitazioni? Anni in cui il tasso di mortalità infantile era elevato a causa della scarsa igiene e della convivenza con gli animali in ristrettissimi metri quadrati di grotta?
Dopo avergli posto un po di quesiti ho capito di cosa, il signor Cascione, si rammarica e i suoi dubbi son più che comprensibili;
I turisti prendono le loro rotelle poi? Cosa ci rimane? Calpestano anni di Storia senza lasciare nulla del loro passaggio per poter evolvere la storia di nuovi elementi.
 Continuare la storia... è già... cosa lasciano i turisti? Quali ricordi del nostro presente si potranno conservare nel tempo futuro? Che evoluzione avranno i Sassi e Matera stessa? Sarà solo un via e vai di turismo incontrollato, di Bar e ricordi di Souvenir?
Oppure ci sarà altra vita futura con altre ricche attività tra i Sassi come piacerebbe vedere al Signor Cascione?  Rimarrà solo un ricordo trascorso oppure ci sarà altra vita con differenti racconti?
Indubbiamente già che sia la sede preferita per molti registi internazionali è un gran bel presupposto futuro e presente, già con i film girati in questo luogo si potrebbero sviluppare caverne a tema "Cinema" con proiezioni e informazioni.
Il signor Cascione è da pochi giorni Settantenne un intellettuale nostalgico di un ricordo che non vivrà più, anni indubbiamente ricchi di sofferenza ma che gli hanno lasciato il cuore colmo di storie da tramandare e da insegnare nel laboratorio in cui insegna ai più giovani i mestieri del tempo trascorso. Vergine ascendente gemelli, una coincidenza da non poter lasciar parlar il caso. Soprattutto dopo aver ascoltato i suoi racconti ricchi di ricordi e di storia che mi e gli hanno fatto salire un sprizzo di lacrime, giusto un velo... per illuminar lo sguardo.
Il laboratorio è invaso di antichità, il luogo è stato chiaramente ampliato,il laboratorio è formato dall'unione di più grotte in cui son stati scavati dei varchi e, il tutto, forma ora un'ampiezza di circa 600 Mq, tutti stirpati di vecchiume ben conservato.
I Presepi di Tufo;
Anche qui entro per caso perché attratta dalla vetrina e dalla ricerca delle antiche "Forme del Pane"; anticamente era d'uso, come in vari luoghi d'Italia di quell'epoca, cuocere il pane in forni comuni, ogni famiglia aveva il suo timbro per marcare la pasta cruda e riconoscerla dopo la cottura.
Anche questi, come per il Cu-Cu, erano oggetto di regalo e le forme potevano rappresentare offerte di prosperità o salute.
L'artigiano del negozio in cui sono entrata ha vinto una marea di coppe gloriosamente esposte e visibili. La sua particolarità è quella di creare personaggi a mano libera, senza l'utilizzo di nessuno stampo, il più piccolo possibile... è riuscito con i personaggi della cometa, il brutto è che se il bambinello cade, rischia di confondersi tra la polvere e le briciole ed esser divorato dal cane di casa....
Quotidiano della Basilicata;
Si è trasferito a Potenza divenendo "Il quotidiano del Sud edizione Basilicata"? oppure ha chiuso definitivamente la sua sede di Matera nei pressi di via Lucana?
Per capir bene sono entrata in un'edicola per chiedere informazioni, qui ho trovato una gratuita informazione turistica non esposta in alcuna agenzia o siti di carattere informativo; un'Applicazione da scaricare sul cellulare che ti da le informazioni sui siti inquadrati... non l'ho provata ma sembra carina ed è disponibile anche in Inglese.
Gita Verso il Belvedere e verso Il Parco della Murgia Materana;
Il costo del viaggio è compreso nella card dei Bus che ho anticipatamente acquistato e, sul luogo, nulla si spende a meno che non ti soffermi nel rifugio di Jazzo Gattini in cui si possono gustare tipiche ghiottoserie del luogo.
Io mi son fermata in un bar di Piazza Matteotti e, con il borsa il mio Pasticciotto divinamente goloso, son salita sul mezzo.
E qui ho visto cose mai viste prima; la scuola guida dei bus!!!! Son quelle cose che non pensi possano esistere ma, quando le vedi pensi; "Beh si... effettivamente serve anche questo!".
Non poteva mancare l'auto parcheggiata in modo tale che i bus non ci passano... l'autista suona e il proprietario gli fa cenno; "Non passi?" Se ti suona no..... va Beh ... godiamoci la gita...
Chissà com'era tutto il contesto negli anni in cui questo luogo popolava di vita e di vissuto? Chissà com'era camminar calzati con primitive suole?
Ma la cosa più importante è: Chissà perché una mucca sceglie un ciuffo d'erba al posto di un' altro più vicino a lei? Un ciuffo che la costringe ad attraversar la strada rischiando di essere investita dal bus in transito (Ora capisco perché le auto non possono arrivare fino al Belvedere).
Il rifugio fornisce una Mappa di ciò che è visitabile e il percorso da seguire nel parco; Una Masseria, un villaggio Neolitico e altre attrazioni che non ho visitato perché attratta dal paesaggio maestoso dei sassi posto di fronte al mio Naso.
Carro Della Bruna;
Trattasi di un antico rituale eseguito il 2 Luglio per la classica festa di paese.
Necropoli di Santa Lucia;
Chiedo informazioni perché non la trovo, è posta sul tetto della chiesa ed è strano pensare che, anticamente, potessero esserci i defunti sopra le teste anziché sotto...ma questa è un'informazione acquisita per caso da una guida al lavoro che transitava nel luogo in quell'istante...
Non trovandola chiedo ad un ragazzo con indosso una maglia da lavoro; "Dove si trova la necropoli?" , " No ... non la chiesa ... proprio la Necropoli" ... cioè... non ci siamo capiti ma la chiesa l'ho trovata sul percorso in cui noto dei lavori in corso, chiedo agli addetti cosa verrà, se è visitabile...《Ci sarà il museo della storia dell'uomo primitivo》 Mi dicono.... interessante!
La Puccia e le delizie culinarie del luogo;
Son entrata la prima sera e ho deciso di assaggiare "La Mattonella" una squisita sfoglia ripiena di non ricordo cosa...
Perché non sceglier subito la puccia? In borsetta ho già una focaccia acquistata in un forno alla mattina che mangerò il giorno successivo, per questo motivo una puccia intera sarebbe stata indubbiamente esagerata... e poi...
Giungo al negozio nel momento in cui la Mattonella esce dal forno... come non provarla ad assaggiare? Oltretutto costa solo €1,90...
Così la ordino e Enzo, il ragazzo che prende le ordinazioni, si raccomanda di non mangiarla immediatamente perché questo è un alimento che "Frega"; anche se sembra raffreddato all'esterno l'interno rimane bollente per più tempo. Ovviamente rischiando di ustionare il palato facendo così perdere ogni traccia di gusto e sapore agli organi gustativi.
Saziamente ricca di sapore, una fetta riempie il corpo fino alla mattina successiva.La sera seguente son tornata per gustar la famosa, ma non così famosa, Puccia; una via di mezzo tra una pizza e un panino ma con il diametro di una piadina Romagnola.
Dentro puoi mettere tutti gli ingredienti che preferisci, scegliere differenti gusti e abbinamenti ma l'importante è scegliere bene il tipo di pasta utilizzata.
Le prime assaggiate a Matera non avevano la fragranza di quella assaggiata in questo luogo. E' leggera e non appesantisce, appaga stomaco e palato e, se qualcuno la commercializzasse al nord d'Italia, la tornerei volentieri a gustare....

Le Tette delle Monache 
Le chiamano Tette delle Monache e sono una tradizione delle antiche Monache (come tanti cibi provenienti da questo luogo), i più pudici Le chiamano "Sospiri" ma definite anche volgarmente "Zizze".
Sono entrata in una pasticceria del luogo per assaggiar questo dolce dal sapore esterno di Pavesino con interno arricchito di crema pasticcera o altri gusti a piacimento. Dolce buono ma, personalmente, ho preferito la fragranza del cannolo siciliano.
Ultimo Giorno;
Ore 7:05, ho fame... nulla ho acquistato per riempirmi il pancino stamane ma devo attendere l'arrivo della ragazza del B&b per poterle consegnare le chiavi e ritirar la ricevuta.
Appena giungo a Matera mi tuffo nella fontanella di fianco all'edicola di Piazza Matteotti, quella che mi ha dissetato per tutta la vacanza per poi proseguire verso il bar a fianco per gustarmi l'ultimo Pasticciotto dal misero costo di €1.00.
L'aereo sarà alle 21.30 perciò ho tutto il tempo per fare un'ultima visita ai sassi e, durante il percorso, noto il mercato di frutta e di verdura e non posso non curiosare...  e non posso non acquistare ben sette succose susine al prezzo completo di 20 centesimi....
Come posso farmi attirare da una così allettante promozione commerciale dopo aver trascorso tre giorni (quasi Quattro) ad assaggiare le delizie di codesto luogo? Come posso aver ceduto a questa occasione considerando che son tre giorni che non espello alcun alimento?
Come posso ora, con i gorgoglii che inevitabilmente stan cominciando a crescere dentro il mio corpo, arrivare all'aereo, poi al treno, poi all'auto, poi a casa?