martedì 31 dicembre 2019

The Farewell - Una bugia Buona... questo almeno un'oscar lo vince!!!

Questo è l'ultimo film del 2019, quello che mi ha condotto al nuovo anno con il pensiero che la trama affronta al suo interno.
Una bugia detta a fin di bene può essere migliore rispetto a portare a conoscenza la persona della disgrazia che sta attraversando? Ideologie e culture si scontrano con questo tema concentrando il fatto che è la famiglia, in Cina, che porta dentro di se il peso della Malattia del parente lasciando lui libero di continuare a gioire della vita come ha sempre fatto, senza modificarne alcun aspetto.
La cultura cinese crede fermamente che la salute mentale ed emotiva costituisca un legame diretto con la salute fisica, il che viene esplicitato nel film dalla frase “Le persone non muoiono di cancro, muoiono di paura”.
Allegro e commovente, simpatico e dolce ma al tempo stesso ricco di angoscia, paura, rispetto e commozione che lascia l'animo con il dubbio sulla vera realtà emotiva di fronte ad una malattia. 

sabato 28 dicembre 2019

Opera Buffa; "Il Barbiere di Siviglia"


Finalmente ho capito, solo ora che leggo la trama completa sul foglio illustrativo datomi all'ingresso e qui riportato, chi è Berta; colei che commisera la scena ed è serva penso del tutore della protagonista Rosina.
Sinceramente alcuni discorsi cantati non li ho ben compresi, in alcuni la concentrazione dev'esser intensa per poter seguire il filo e comprender la trama della narrazione ma qui gli attori/cantanti lirici son stati assai bravi e anche le espressioni visive aiutan bene ad intuirne il testo.
Stefano Shedoni è il Direttore Artistico dell'associazione Mo-Mus ed è colui che ha mosso la bacchetta a ritmo di musica per tutta la durata dei due atti ed ha un curriculum di tutto rispetto; nel 2018 ha anche debuttato come direttore alla "Carnegie Hall" di New York. Ha inoltre collaborato con numerose orchestre comprese quelle del Teatro La Scala e quella Nazionale della Rai, nonché al Teatro "Luciano Pavarotti".

 E gli altri personaggi e interpreti chi sono?
Alessandro Luciano -> Il conte d'Almaviva
Matteo d'Apolito -> Don Bartolo
Mae Hayashi -> Rosina
Maurizio Leoni -> Figaro
Lorenzo Barbieri -> Don Basilio
Marika Franchino -> Berta 
Federica Cipolli -> Maestro al Cembalo
Mae Hayashi è un Mezzosoprano di fama Internazionale.
Insomma... non male come spettacolo considerando il prezzo d'ingresso che è stato a offerta libera!

giovedì 26 dicembre 2019

Ronf il cane dal corpo stanco ma dalla mente attiva - E' Natale

Sinceramente ho visto solo un elfo Natalizio ma quest'umana crede realmente che da questa porticina rosa possano entrare Gnomi, Folletti e Fate ...
Solo le femmine hanno queste fantasie strane oppure tutto il genere umano è fuori di testa?
Ma come si fa a sapere se dalla porta delle fate si accede proprio ad un mondo fatato? L'umana dice che dopo il passaggio di una fata, a volte, non sempre, si trova della polvere di fata, piccole impronte dorate o luccicanti; qualche volta le fate sono un po’ distratte e lasciano cadere della polvere magica al loro passaggio, succede soprattutto quando sono molto contente!!
Ma non era per gli scarafaggi la polverina Magica?
Ho un po di confusione...
A pensarci bene l'esercito degli scarafaggi è stato annientato, forse è davvero utile avere una fatina che ne porta un po con se e la distribuisce negli angoli delle stanze.
La porta è comparsa proprio dove di solito è la mia cuccia, io non ci passo... ci ho provato ad aprirla ma è impossibile, pare che solo loro possano farlo e per il mondo reale è raro riuscirla ad aprire.
Anche la polverina non c'è e per questo il pensiero di una probabile frottola continua ad essere presente nella mia mente.
Ma? E questo cos'è? Non è uno scarafaggio perché vola e luccica... si confonde con le lucine di Natale!

La porta delle Fate, uno strumento didattico per stimolare e proteggere la fantasia dei Bambini.

Uno sfondo "piccolo" sulla porta delle fate

Le porte delle fate sono pensate come portali di un regno magico. Uno in cui la fata può andare e venire ma noi come umani non possiamo. Una porta delle fate è dove possiamo lasciare appunti e regali per accogliere la fata nel nostro mondo. Su tutti i blog e le pagine di Facebook dedicati alla porta delle fate, il tema che continua a spuntare ancora e ancora è l'idea che il proprietario della porta delle fate “crede”. Qui a Leafcutter, la convinzione di trovare la magia nel quotidiano è un tema importante. Come Lea piace dire, è sempre alla ricerca del poema nascosto dentro le cose.

Se cerchi su internet le porte delle fate, troverai rapidamente riferimenti ad Ann Arbor, nel Michigan. Le fate hanno preso residenza in molte attività commerciali locali, con grande gioia del proclamato "fataologo" Jonathan Wright. Urban Fairies Operations è il punto di riferimento per il fenomeno Ann Arbor, tra cui più foto, più avvistamenti di porte fatate e persino Gnome News.
Screen Shot 2016-05-25 at 6.48.18 PM
La città di Northville ha così tante porte fatate che hanno creato una mappa. Credito fotografico: City of Northville, MI

Il Michigan sembra essere un hotspot per le fate! La città di Northville ha così tante porte fatate che la camera di commercio ha creato una mappa di tutti i 50 portali. Il sito web della città ha foto delle porte carine e tematicamente appropriate. Hanno persino nomi per ogni abitante delle fate come Ivy Merlot, la cui porta è collegata alla cantina locale Simply Wine. 
sf door
Porte in miniatura si aprirono intorno a San Francisco ... anche negli scaffali! Credito fotografico: Mike Adamick.
 A Minneapolis, i locali del Minnesota credono che un elfo risieda dietro una minuscola porta di legno su un albero. I visitatori del parco lasciano delle note all'interno del nodo dell'albero facendo domande e talvolta chiedendo consigli. L'Elfo ha riscritto attentamente ogni singola nota negli ultimi 20 anni. Lascia la sua pila di risposte all'interno della minuscola porta per consentire a questi corrispondenti di cercare e trovare il loro nome.

Mantenere la magia

Le porte delle fate si trovano probabilmente più comunemente nei nodi o nelle radici degli alberi. Tuttavia, nell'età moderna, le fate si sono trasferite all'interno e sempre più porte di fate si trovano all'interno. Le fate possono essere benevoli e giocose oppure possono essere lì per tenere d'occhio le cose. Molti genitori scelgono di installare la porta delle fate, ma di non attirare l'attenzione su di essa, facendo scoprire ai propri figli da soli. Quindi, per invitare la fata a rimanere, diverse fonti dicono che dovresti mettere una sorta di regalo di benvenuto sulla soglia e attendere fino al mattino successivo. Una volta sparito quel regalo, puoi essere sicuro che una fata si è trasferita.


Ideate come strumento di Didattica Infantile.

Sono particolarmente utili per quei bambini che hanno paura di restare soli, che stanno vivendo la separazione dei genitori o che hanno paura del buio! Le fate sono magiche e aiutano sempre i bimbi che chiedono aiuto, ma anche quelli che semplicemente amano il mondo fatato e a cui piace fare regalini a questi esseri meravigliosi dell’immaginario infantile.
Di recente, Wright ha immerso almeno un dito nell'imprenditoria da porta fatata. Attraverso la sua società, Urban Fairy Operations (UFO), ha realizzato un poster, Fairy Doors di Ann Arbor, che raffigura tutte le porte che sono state scoperte nel corso degli anni. Ha anche realizzato un libro, "Who's Behind the Fairy Doors", in cui ha creato illustrazioni dettagliate di come potrebbero apparire le fate in base ai disegni dei bambini.
Red ShoesUfficialmente, Jonathan Wright non è un costruttore di porte fatate. È un "fataologo" che "scopre" le porte. Il primo apparve nella casa di Wright nel 1993 e altri seguirono sia dentro che fuori. Poi, nel 2005, ha iniziato a “scoprire” (ammiccare, strizzare l'occhio) le porte delle fate in centro, nel negozio di articoli da regalo del Regno pacifico, nella sala concerti The Ark, accanto ad alcuni tavoli dello Sweetwaters Coffee & Tea, su una libreria del distretto di Ann Arbor Biblioteca.
Sweetwaters Caffè e thè.

Oggi, le porte delle fate di Ann Arbor sono famose in tutto il mondo. Il Washington Post, l'Associated Press e la National Public Radio hanno pubblicato storie su di loro. Alcuni anni fa, la BBC ha inviato una troupe cinematografica, completa di attori in costume da fata ed elfo. L'Ann Arbor Area Convention & Visitors Bureau offre anche una mappa in modo che i visitatori possano fare un giro alla porta delle fate. Sono inoltre documentati sul sito Web di Wright, urban-fairies.com.

Le porte delle fate sono diventate un business mondiale. La Irish Fairy Door Co., situata vicino a Dublino, è iniziata nell'agosto 2013 e da allora ha venduto 400.000 porte fatate a clienti in 80 paesi, tra cui gli Stati Uniti, secondo la società. Ci sono anche almeno tre aziende di porta fatata per corrispondenza situate in Australia.
 Queste porte delle fate aiutano i bambini a ritagliare una angolo sicuro dove rifugiarsi con la fantasia ogni volta che qualche cosa non va come dovrebbe andare, per esempio durante un litigio in famiglia possono lasciare un messaggio ad una fata per chiedere aiuto o per espletare le proprie emozioni in merito, ma possono anche essere un luogo magico dove sognare tranquilli.
 
l'inizio è opera del traduttore di Google perché molte informazioni sono in lingua Inglese.

Bestemmie Natalizie

Sono le otto di mattina di una vigilia di Natale iniziata in modo tranquillo e simpatico, sono anche in anticipo rispetto alla mia solita partenza verso il lavoro.
Ok... gli occhi sono ancora avvolti in una nube di sonnacchiosa beatitudine ... ma lo sono ogni mattina, dopotutto le mattine sarebbero da abolire dal mio lavoro prediligendo di gran lunga orari ben più flessibili e meno statici... ma ormai va così e mi sto abituando a dover percorrere le vie in orari in cui non ha senso occupar spazio utile a chi porta i pargoli a scuola e all'asilo.
Ma torniamo alla mattina del Vaffanculo Natalizio...
All'uscita del parcheggio di solito si guarda che non passi nessuno oppure son cambiate le regole senza che nessun quotidiano ne diffondi notizia?
Stavo uscendo dal viale in cui risiedo quando la rincoglionita ha fatto retromarcia, il bello è che si è anche fermata occupando tutta la carreggiata (stradello non grosso) nel momento in cui le ho suonato per avvisarla di stare attenta. La due volte rincoglionita anziché ammettere la svista e affrettarsi a partire, ha iniziato a contestare tenendo occupate entrambe le corsie di marcia con la sua auto Bianca.
Purtroppo non riesco a star zitta e di pomeriggio ho preparato il messaggio inserito in Photo che le ho messo la mattina di Natale sul parabrezza (ed è già tanto che non te l'ho segnata l'auto), alle sette della mattina del 25 le strade son deserte e nessuno presta attenzione a una Dog Sitter che esce con la maglia del pigiama sotto la giacca per poter tornare immediatamente sotto le lenzuola dopo che il cucciolo ha fatto il suo giretto.
La rincoglionita si è svegliata più tardi perché è venuta a suonar il campanello mentre stavo pranzando avendo il coraggio di insultarmi nuovamente, la ragazza è giovane, avrà preso la patente da poco perciò o ha avuto un insegnante che non sa fare il suo mestiere oppure se l'è comprata a Napoli.
Ma se c'era un bambino? (e alle 8 solitamente iniziano ad avviarsi a piedi per le varie scuole)
Questo episodio mi ha fatto venir in mente il rinnovo della patente, perché far solo la visita oculistica? Non sarebbe bene far passare anche un test stradale? Per verificare i tuoi ricordi scolastici dopo anni in cui la pratica ha fatto il suo percorso?

domenica 15 dicembre 2019

Gnomi, Folletti e letture per i piccoli Mostriciattoli!

Un particolare ha attirato la mia attenzione in questo pomeriggio di letture per bambini Pre Natalizia; tutti i bicchieri e le ciotole sono in plastica riutilizzabile da mettere in lavastoviglie. Ad ogni bambino ne viene data una coppia con attaccato lo scotch di carta in cui viene scritto il nome , a fine festa vengono recuperati per portarli a sterilizzare in Lavastoviglie.
Una genialata ecologica in cui, l'unico neo, è che il dover scriver i nomi crea fila e colonna nella distribuzione della merenda.
Oggi, circondata da canzoni per bambini, buffi addobbi d'albero (i bambini creano fantasie fantastiche ma non omogenee) e libri impacchettati con carta riciclata per insegnare ai piccoli mostriciattoli il valore del non spreco.
Le fiabe non le ho sentite bene, l'albero attorno a cui erano seduti era troppo lontano così, giusto per non far crescere il mio neurone fanciullino, eccomi a cercar fiabe sul web, non le ho lette tutte ma l'idea degli gnomi e dei folletti mi garba assai come tradizione!

AIUTO!!! Mi son tolta da amministratrice di una delle mie pagine facebook!!!

Attratta dal voler imparare come si fanno i "Bot chat" eccomi iscritta al Business Manager di Facebook.
Ieri sera volevo unire le mie due pagine ma facebook non me lo permette perché sono iscritte (e una di queste ne è la principale) al Business sopra descritto.
Che fare se non eliminare una delle due pagine dal canale Business per poi unirla all'altra... Sparita.. Sono andata in panico... Ho forse eliminato l'intero contenuto? Tutte le photo, i video, i cagotti???
La cerco... esiste ancora ma è priva di Amministratore.
Mando una segnalazione a Facebook poi torno nell'area Business, provo a inserirla nuovamente e, come per magia, ho recuperato la mia pagina.
Provo a unirle nuovamente, non posso perché della pagina precedentemente eliminata ora sono Editor e non più amministratore, solo questi ultimi hanno il "potere" di modificare o eliminare una pagina.
Ma come mai è possibile? Mi chiedo...
Torno su business e vedo che il problema è dato dalle autorizzazioni da me attivate, ecco fatto, son di nuovo amministratrice di entrambe le pagine ma che spavento che mi son presa!!!
Già mi era capitata una cosa simile quando ho gestito la pagina facebook di una Pro loco come Co Amministratrice assieme a un ragazzo, a un certo punto mi son ritrovata Editor nel momento in cui è subentrato un terzo Amministratore e mi hanno lasciato la pagina della seconda pro loco nata perché la prima era ormai già giunta a 5000 "mi piace".

giovedì 12 dicembre 2019

Ultimo Mercoledì di Ferie con Giovedì connesso...

Ieri mi sono arrivati 2700 album di cucciolotti, purtroppo non posso pubblicare nulla di ciò che ho letto tra le pagine di quello che conservo tra i miei ricordi incompleti (troverò, prima o poi, un bambino che mi cede le sue doppie!!!). Anche se non ricco di figurine è comunque bello conservare questo tipo di ricordo, comunque nulla rubo ai mostriciattoli perché son sempre un poco in abbondanza rispetto a ciò che sono i numeri effettivi della distribuzione.
E ora eccoli accatastati in cameretta pronti per entrare in valigia!
Nel mezzogiorno in ospedale dove ho conosciuto un pranoterapeuta in pensione ricoverato per un intervento delicato, siamo rimasti a parlare un po mentre il mio parente ricoverato ha iniziato a sonnecchiare. Un piacevole pomeriggio conclusosi con una cena pre natalizia arricchita da uno scambio di regali mischiato ad una estrazione del nome del regalo ricevuto.

Oggi, terminato il lavoro, mi reco in una delle tabaccherie che Mr Google mi indica aperto in cui fornisce il servizio "Western union" e mi trovo di fronte ad un negozio chiuso e privo di cartello sulle informazioni degli orari... nemmeno quello con su scritto "Torno subito" .. e che cribbio... poi i commercianti si stupiscono se non hanno clienti!!!
Torno indietro a far un poco di scorta per la dispensa scoraggiata dall'imprevisto che mi ha solo fatto perder tempo inutilmente per poi dimenticare nuovamente la pila dell'orologio che mi ha fermato il meccanismo... ormai è una settimana che devo fermarmi dal "Cambiapile e pressaorologi" ma la distrazione mi ha fatto passar di mente, anche oggi, questo piccolo particolare indispensabile!
Però il nuovo giocattolino che mi è arrivato tramite Amazon l'ho subito provato; trattasi di uno zoom per cellulari, di quelli da attaccare all'obbiettivo tramite una clip e di cui ne potete trovare il link a lato. Pare comodo ma devo giocarci un pò per prendere famigliarità ed inquadrare decentemente i soggetti!
Ma analizziamo "Western Union", per qualsiasi cifra che io invio dal tabacchino spendo € 4.90, ho provato ad iscrivermi al sito per inviare soldi direttamente dalla mia prepagata sperando di versar meno importo e, cosa scopro? Fino a €10.00 la commissione è solo di €1, poi aumenta con l'aumentare dell'importo (in sostanza paghi di più rispetto a un versamento in tabaccheria abilitata o BPER ora anche lei abilitata) C'è però un'altro modo che sto ancora studiando, è tramite l'applicazione e potrei arrivare a pagare "solo" € 2.90 per qualsiasi importo... ci penserò a Gennaio... La befana dovrò pur farla no?

lunedì 9 dicembre 2019

Si può chiamar Film quello della Ferragni? Sicuramente racchiude un bel messaggio.



Finalmente ho scoperto chi ha ideato le orride ciabatte viste nel carissimo negozio in angolo del centro della City… costano più di 100 euro e il sol pensiero mi fa gelare il sangue.. Il significato del film è profondo; per arrivare al vero successo è necessario mantener integri i propri valori e la propria semplicità. Bisogna evitare di lasciarsi coinvolgere da illusioni di successo frivolo dato da un clamoroso boato. Queste ammirazioni sfociano in una nuvola che si dissolve con l'arrivo del successivo successo di turno.
Professionalità in graduale aumento e guadagnandosi la fiducia di chi ti segue e ti sta attorno, senza troppo esigere ma permettendoti di osare.
Indubbiamente il suo volto grazioso e il suo esile fisico le permettono di essere più attraente di altri individui e, già il corpo, attira molta pubblicità e permette di eliminare quella non gradita.
Ma vogliamo pensarla in grande?
Figuriamoci se anche lei non ha avuto una zia, una nonna, una conoscente che non le ha detto con insistenza : "Toh, mangia che sei deperita!" La sua forza è stata quella di non cedere alle lusinghe culinarie di diavoletti tentatori (e già qui si è conquistata un fisico da copertina).
Poi l'appoggio di persone competenti avrà indubbiamente fatto il resto.
Il film però è fatto male, è più un documentario che un film e non vale il prezzo dell''ingresso al cinema, I love Amazon Prime; indigestione di film grazie al mese gratuiti!!!


Vivere

Vivere è sapere che il sole è sempre in agguato, anche quando è nascosto dalle nuvole. Vivere è desiderare di andare avanti, anche quando si è costretti per poco a fermarsi. Vivere è sperare che intorno a me l 'amore, mi attende e desiderare quindi di trovarlo e di lasciarsi illuminare da Lui. Vivere è Perdonare, non perché ci sentiamo migliori, ma perché vogliamo andare incontro alla Pace e alla Tranquillità del nostro sé. Vivere significa saper essere ironici; l' Ironia è il toccasana per tutti i nostri mali. Mai dobbiamo prenderci troppo sul serio, ma sentirci forti e anche deboli, capaci purtroppo di sbagliare. Vivere è riuscire a trovare un positivo equilibrio in noi stessi, ricordare che la nostra vita non può essere sempre felice, o sempre triste, o sempre malinconica, o sempre dolorosa. E' tutto questo, perché è Vita, ma noi dobbiamo imparare a scoprire quel raggio di sole che, anche nei momenti tristi, è sempre lì, nascosto per un attimo, ma pronto a rispuntare caldo e inebriante se lo vogliamo, da dietro alla nuvola..

giovedì 5 dicembre 2019

Cercando di convertire due testimoni di Geova... Riuscirò nel mio intento?

Chissà perché i Testimoni di Geova son sempre un poco mal visti, quando  suonano il campanello si cerca di tergiversare per liberarsene il prima possibile, un pò come si fa con gli addetti dei vari call center (anche se con loro è più facile perché basta agganciare la cornetta).
Questi due mi son simpatici, colui che descrive il tutto è indubbiamente molto colto e cerca di spiegare in modo storico e non narrativo e convincitivo, questo aspetto me lo fa apprezzare. Inoltre nel loro sito è utile il fatto che, tra le varie opzioni di lingue possibili, c'è anche quello dei segni per chi non ode le parole per permettere loro di comprendere i video inseriti.
Però io su questa dottrina, come quella Cristiana, ho una marea di dubbi e pensieri non positivi nel riguardo di ciò che è realmente l'aspetto della comprensione e del rapporto umano che può incidere sulla reale crescita emotiva di un individuo.
Per carità, non è mia intenzione smontare il credo di questi individui ma, sicuramente come loro stessi affermano, con il dialogo si può arrivare a conclusioni e ragionamenti di pensiero differenti rispetto a quelli iniziali. Sicuramente non è chiudendo loro la porta che si ottiene la bontà divina di chi prega in una chiesa o predica altre religioni (in questo post il Ramadam dei Mussulmani). Indubbiamente nella religione Cristiana ci sono lacune e dubbi su certe verità, perché chiedono perennemente offerte ai poveri, per i poveri quando loro stessi hanno chiese zeppe d'oro? Quando hanno capitali immobiliari di cui non si sa se ne pagano le tasse come i comuni esseri viventi. Perché non giustiziano i loro preti se commettono dei reati ma possono proteggerli grazie all'abito che indossano? Perché i preti non possono sposarsi come ogni essere umano fa ma, poi, troviamo notizie giornalistiche in cui informano di preti pedofili e suore gravide?
Inoltre in Israele sono nate tre delle principali religioni attuamente in "voga" come non dubitare che, in origine, non fosse una solamente e che, grazie alla mano distruttiva dell'uomo, non siano state create versioni differenti causati da pensieri discordanti e litigiosi?
D'altronde nelle distruzioni l'egoismo dell'uomo è veramente risaltante!
Ma torniamo a Geova... Loro sostengono che Geova è il reale nome di colui che chiamiamo Dio però se Gesù è il figlio di Dio, Geova è suo padre... In teoria è questa la discendenza... Perciò anche qua c'è confusione. (Poi secondo i Mussulmani il loro profeta è giunto prima di questi due perciò, per diritto di precedenza, è loro l'iniziale diffusione del credo).
Il casino di tutte queste religioni (o per meglio dire il modo di diffonderle) è che impongono ciò che farebbe il Dio di turno. Arrivi alla Gratitudine se ti comporti come ha fatto lui in quel determinato versetto.
E la conoscenza del proprio carattere non esiste? Penso con certezza che molte di queste convinzioni siano il fattore principale di alcuni stati psichici non ben definiti. Come si può arrivare ad un punto, ad esempio la gratitudine, se non si elaborano le fasi emotive? quelle che sono la base fondamentale per arrivare alla conoscenza della propria personalità. Come si può non provare più rancore solo perché te lo dice un Dio di dubbia provenienza? Sono i Salmi o le esperienze a insegnarti la vita?
Sinceramente mi diffonde più senso del valore la teoria del Bubbha e del Baha'ì ... anche l'induismo non è male..
Riuscirò a convertirli?

lunedì 2 dicembre 2019

The Upside "Sempre Amici"

Tratto da una storia realmente accaduta.
Un uomo ricco, di antico successo, a cui è morta la moglie, attualmente invalido alla ricerca di un'assistente personale che ne sopporti il bulbero carattere dovuto all'attuale situazione.
Un secondo uomo, squattrinato, separato con un figlio a cui deve soldi e attenzioni, alla ricerca di firme che gli riempiono un curriculum per non tornare in carcere e non volenteroso di lavoro.
Si reca sul luogo del colloquio solo per avere una firma in più ma, alla fine, viene scelto lui. Non immaginava di trovare uno stipendio così alto e una stanza personale in cui poter alloggiare, l'unico neo? Il cambio del catetere e un macchinario che deve portar sempre dietro per ascoltare ogni possibile necessità dell'umana persona.
L'amicizia inizia a crescere ed entrambi acquisiscono esperienze reciproche, lui si appassiona all'opera e alla pittura, l'altro assapora la possibilità di uscire per strada a mangiarsi HotDog e, bere in compagnia, mangiarsi un gelato.
Insomma una conoscenza utile ad entrambi.
I love Amazon Prime; indigestione di film grazie al mese gratuiti!!!

Il libro di Henry

Un bambino con il Q.I. altissimo vive con la madre e con  il fratello in una dimora che confina con un agente che è il padrigno della ragazza di cui è morta la madre. Henry scopre che la ragazza viene violentata da questo individuo ma, essendo lui una carica in vista nella società, sia la preside della scuola che gli assistenti sociali non possono fare nulla pur avendo la denuncia del ragazzino.
Lui ha provato in ogni modo a cercare di trovarle aiuto ma pare che la legge sia bloccante per i poteri alti così escogita un piano per ucciderlo.
Purtroppo però si ammala e muore di tumore al cervello ma ha scritto tutto in un quaderno rosso per lasciare il piano in mano alla madre che dovrà esaudire il suo ultimo desiderio.
E' veramente estremamente commovente.
I love Amazon Prime; indigestione di film grazie al mese gratuiti!!!