Diventa un mio compagno di Blog!!

venerdì 18 agosto 2017

LA BOLDRINI SI DIMETTE!!!!



"BASTA" !!! Mi sono stancata di subire attacchi mediatici!!!
Caduta in una rete di insulti e minacce ha cercato di difendersi per contrastare la continua disinformazione che riempie le pagine del web ma, purtroppo, senza successo. Ha così deciso di "guardare oltre" e di "gettare la spugna" evitando la modifica di questo incessante attacco.

Non c'è riuscita lei, ancor meno c'è riuscito il semplice malcapitato che è finito nelle mani dei "Bulli" , schiacciato miseramente da una bombardata di false notizie che creano interesse e condivisioni da tutte quelle persone che non leggono oltre il "titolone attrattivo".

Come scrive Altroconsumo
 “Sono gli utenti stessi a confezionarle e spesso sono l’espressione delle loro paure, delle loro preoccupazioni, anche delle loro paranoie”





Allo stesso modo di un chiacchiericcio "da piazza" o "da Bar" il web diffonde modi di dire e fatti di dubbia e incerta provenienza.
Penso che nulla (o poco) si può fare per contrastare quello che è il passatempo di gente senza ambizioni culturali di livelli superiori al comune "pettegolezzo", l'unico mezzo è il controllo della fonte.
Rispetto a una piazza, sul web rimane tutto scritto, molto utile per risalire all'artefice di un danno, a volte incalcolabile. Un gioco che c'è sempre stato ma che, con internet, ne rimangono tracce indelebili se mal gestite.
Informazioni fasulle messe in rete da persone che odiano gay, neri, persone con handicap o, ancora, ragazze invidiose di coetanee più "gettonate" di loro. Come descrive questo articolo  (sole 24ore) questi ragazzi vengono "bombardati" con vari mezzi anche per raggiungere, in breve tempo, migliaia di Pc con utenti che prendono per reale una notizia creata apposta per dispetto.
Come verificare se una notizia è realmente reale?
Innanzitutto aprire il link e leggere tutto l'articolo; aprire una pagina di Google e digitare le "parole chiave" del testo (Clicca Qui per capire come meglio usare i metodi di ricerca) e già compare qualcosa...
La notizia può essere:
-Falsa e già "sbufalata" da altri;
-Parzialmente vera;
-Vera;
-Vera ma smentita per evitare che venga diffusa (ma questo è difficile capirlo).
Come nel caso di Blue whale, il gioco russo che porta i giocatori al suicidio, la notizia è stata "sbufalata" da un blogger che ha contrastato i video facendo vedere che, effettivamente, non erano provenienti dal luogo descritto nel servizio.
Senza dirvi "come" ho scoperto che la notizia è reale, com'è reale ciò che ha sostenuto il blogger. 

E



Detto questo come concludo?
Innanzitutto vi dico che il titolo è una colossale "Bufala", la Boldrini, al momento, continuerà a posare le sue Chiappette al parlamento.
Le auguro di poter contrastare veramente questa disinformazione (soprattutto che tutto il suo vociare non sia per un esclusivo risultato)  e, personalmente, continuo ad acquisire notizie dal web perchè, se utilizzato nel modo corretto, è una fonte di informazioni più ricca e libera rispetto alla televisione.
Il mio consiglio è quello di capire, di leggere e di comprendere bene... nulla da togliere alla bufala inoffensiva, quella che non reca alcun danno. L'articolo simpatico che rallegra la giornata e che ti fa sorridere in questo mare di avvenimenti ambigui.

P.S. Siete pregati di cliccare sui link inseriti per esercitarvi nell'acquisire informazioni!

Nessun commento:

Posta un commento