domenica 19 settembre 2021

Libertà, dal festival della filosofia alla realtà del coronavirus

Non avendo partecipato alle lezioni del festival della filosofia pur essendo molto attratta dal tema della libertà eccomi a scriver un mio commento sul tema per divulgarlo a me stessa come ricordo di questa mia "opposizione per la Libertà" in assenza di Green Pass.

Con il mio non vaccinarmi sto mettendo in pratica quello che è il mio concetto di libertà rispetto a chi ha atteso il vaccino per sentirsi libero di tornare ad una propria libertà di movimento. Essa non è dunque a unica direzione ma segue il concetto di libera scelta nel rispetto dell'individuo altrui.
Chi sono io per dire al mondo che non deve vaccinarsi perché son più utili altre soluzioni più vicine alla prevenzione di molte malattie? Che stiamo attraversando una visibile e concreta problematica di malasanità Italiana e nessuno sembra far nulla per risolverla? Ovviamente non posso costringere e gradirei che anche chi la pensa diversamente da me non mostrasse segni di disprezzo o di accusa di vaneggiamento o mancata informazione, chi siete voi per dirmi che io non mi informo a dovere? 
Solo perché seguo una logica differente rispetto alla direzione dei vostri pensieri o giudizi non significa che questi siano universalmente giusti e corretti.
Di una cosa son certa; Quando un individuo si riempie di dubbi logici (non psicologici) è più vicino alla realtà di colui che crede ad una convinzione di futura speranza data dalle azioni che vengono dettate alla massa. Io mi son messa nei panni vostri, tu ragazza che ti ho visto piangere di gioia nel video dell'intervista perché finalmente, grazie al vaccino, uscivi di casa dopo aver trascorso il tuo diciottesimo compleanno chiusa in casa senza i tuoi amici. Tu ristoratore che dopo mesi e mesi di chiusura finalmente riesci a tornare ad aver un tuo guadagno mensile. Tu che vivi in un ospizio e che (forse) qualcuno ora potrà venirti a trovare. 
Capisco che anche questa è una forma di libertà che è distinta da quella di pensiero che personalmente seguo, voi vi sentiti liberi nella prigione di un obbligo imposto ma che, se gestito diversamente (forse con più tamponi per un maggiore controllo anche sui vaccinati che comunque si contagiano) forse ci poteva essere una libertà maggiore o identica a quella ora proposta.
Chi lo può dire? Forse ve lo spiegheranno in televisione, in versione comica o sotto forma di una ricetta culinaria abbinata al lievito di birra o avvolta in soffici coperte avvolte in piume d'oca.
Alcuni di voi mi fanno veramente pena, carichi di paura di una malattia che non si conosce e di cui non si sa nulla, nemmeno se è reale o fabbricata per distribuire spavento ed inquietudine, chi lo può dire? Come potete dar credito a persone che sputano dallo schermo parole con dubbio scopo?
Hanno lo scopo di curare? Hanno lo scopo di guadagnare? Hanno lo scopo di incitare la massa? Sicuramente non di tranquillizzare queste menti che hanno subito perdite o segni di cui mentalmente la colpa è solo la causa del virus.
Ho visto un video sul festival della filosofia, una certa Savina parlava della sua esperienza di vita in cui la madre è stata portata via dai Tedeschi gravida di 7 mesi lasciando lei e la sorella sole all'età infantile.
Ma vogliamo paragonare questo ad un lookdown? Vi siete vaccinati per poter andare in vacanza perché altrimenti schiavi di una situazione? E ora? Cos'avete generato? Un'estendersi della storia grazie al vostro consenso senza obbiezioni. I partigiani si nascondevano e lottavano per la propria libertà e per la propria famiglia, si sacrificavano per rendere liberi i loro cari e davano aiuto a chi aveva perso il punto focale della famiglia. 
Cari miei, in molti siete dall'altra parte e questo mi dispiace, non per me ma per voi che pagherete a prezzo ancora più caro della semplice lotta alla propria libertà d'azione e di pensiero, ma se ve lo dice la TV sarà giusto così!!!

venerdì 17 settembre 2021

Coronavirus, un giretto nel sito di Statistica

 

                                                         Dal sito "Statistiche Coronavirus"
In questo sito la differenza è nei posti occupati in terapia intensiva e nel totale delle persone guarite quotidianamente, è in questo sito presente la possibilità di calcolare la sopravvivenza nel caso in cui si contrae il virus, la mia è del 97.47%.
Si calcola in base all'appartenenza Uomo/Donna, alla fascia d'età e dal non avere patologie come: Cancro, Diabete, Ipertensione Grave, Patologie Cardiovascolari e Patologie respiratorie Croniche.
Chi è soggetto a una di queste malattie e ha già un'età avanzata, se prende il covid, ha una % maggiore di Mortalità, la percentuale si abbassa nel momento in cui non sono presenti malattie o la fascia d'età è minore. 
Vaccini? C'è chi scrive che sono in scadenza e che l'unione Europea sta per cestinarne una marea e, ovviamente, c'è chi smentisce questa notizia. Pare che la scadenza delle dosi viene calcolata dalle agenzie di regolamentazione dei medicinali e può essere rivista in base ai nuovi dati raccolti dagli studi clinici; attualmente EMA (Agenzia Europea per i Medicinali) ha stimato una scadenza dopo 3 mesi per il vaccino Janssen di Johnson & Johnson, dopo 6 mesi per AstraZeneca e Pfizer, dopo 7 mesi per Moderna.
E mentre il foglietto illustrativo raccomanda di non somministrare il vaccino ai bambini inferiori ai  12 anni e alle donne in gravidanza ecco che lo stato già pensa all'obbiettivo di copertura in %. 
Insomma che dire? Penso che sto Covid non lo sanno proprio gestire... 

mercoledì 15 settembre 2021

Alla ricerca della scatoletta economica

 

E, come volevasi dimostrare, le scatolette economiche del discount hanno lo stesso prezzo dei prodotti a primo prezzo dei vari centri commerciali come Coop ed Esselunga.
Ma iniziamo dal principio; leggo un post di facebook in cui una ragazza che tiene dietro ad una colonia felina chiede cibo perché le scorte le stanno per terminare. Così, spinta da generosità considerando l'amore che ho verso i gatti e la consapevolezza di quanto loro effettivamente spendono tra tempo e denaro avendo tenuto in stallo anch'io dei gatti, rispondo all'appello e mi metto alla ricerca di cibo economico per prendere più cose con un budget ristretto.
Cibo spazzatura da discount? Scatola da 415 gr circa €0.39 comprensive di vari gusti di scelta, stesso prezzo all'eurospean ma qui la scelta di gusti diminuisce. Solo due gusti, invece, per Coop ed Esselunga che, a pariprezzo di € 0.39, offrono un primo prezzo di una qualità più discreta ma poca scelta. Le crocche? In testa Mini Zoo che ha il pacco da 4Kg a € 3.59 (o poco più) a differenza di Coop ed Esselunga che offrono entrambi primi prezzi da 2Kg a € 1.99.
Che dire? mi sa che farò un mix... mica posso acquistar solo Manzo e Pollo ai poveri felini senza dimora... 
Rettifica: Il sacco da 4 Kg ha il prezzo dell'etichetta corretta e non quello da me erroneamente letto e, negli ipermercati, anche la scatoletta da primo prezzo ha varietà maggiori di gusti, 20 scatolette e due sacchi da 2kg son già giunti a destinazione!!!

domenica 12 settembre 2021

Ed ecco effettuato la mia prima firma on line tramite Spead!

 

Con l'eutanasia legale non era ancora dal principio attivo questo sistema quindi, ad attivazione del servizio, la mia firma già compariva all'interno della scheda nell'ufficio dell'URP del mio comune ma, ora, come non approfittare di questa comoda novità?
E' veramente molto semplice; Inserisci la mail, la regione, la provincia e il comune. Ti arriva una mail con il link che ti porta ad una piattaforma in cui hai tre possibilità d'ingresso; Spead, firma con tessera differente e un'altra opzione per chi non ha nessuna delle precedenti. L'ingresso con spead è già firma e mi arriverà una seconda mail con il resoconto.
Sarebbe comodo anche per la votazione elettorale, meno spreco di carta e e burocrazia varia.

sabato 11 settembre 2021

Vaccino Covid, cos'accade se si firma il rifiuto?

 

Siccome non ho intenzione di farlo eccomi a cercar nozioni giuridiche dopo che mi è tornato in mente la postilla letta nei tre compilati; Rifiuto la somministrazione del vaccino.
Cos'accade se io, chiamata a fare perché costretta, prendo appuntamento, mi presento al centro vaccinale e firmo il rifiuto inserendo le mie motivazioni? 
La legge 219/17 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento” nel rispetto dei principi di cui agli articoli 2, 13 e 32 della Costituzione e degli articoli 1, 2 e 3 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea e della convenzione di Oviedo, tutela il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all'autodeterminazione della persona e recita che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge.
In questo link è indicato anche che il consenso informato può essere firmato anche da due sanitari privi del titolo di medico. Legalmente parlando il non può mai essere acquisito verbalmente quando l'esame clinico o la terapia medica possono comportare gravi conseguenze per la salute o l'incolumità della persona. In questi casi, infatti, deve essere scritto. Il modulo deve essere tarato sulla base della cultura e del livello di preparazione del paziente, affinché questi ne comprenda il significato. Oltre ad essere comprensibile, il documento deve essere esaustivo e completo.
La violazione del diritto alla salute scatta legalmente tutte le volte in cui l'intervento medico non viene eseguito secondo diligenza. La violazione del diritto all'autodeterminazione, invece, quando non viene acquisito il consenso informato. Tuttavia, in questo caso, il risarcimento spetta solo quando risulta che il paziente, se debitamente informato, non avrebbe fornito il proprio consenso. Quindi è il paziente che deve dimostrare, nel caso in cui non abbia ricevuto le dovute indicazioni da parte del medico, quale sarebbe stata la propria scelta ove fosse stato correttamente informato.
Qui il link all'articolo giuridico (che vale per tutti i consensi medici non solo per il covid).
Se non ho capito male questo vaccino non è legalmente obbligatorio (quindi occorre il consenso) ma è un trattamento sanitario obbligatorio, quindi l'Italia è in pieno TSO, quello che usano per i disturbi psichici per chi non è in grado di curarsi da solo... 
Ma non era meglio rendere obbligatorio l'esame sierologico periodico (magari non a 20 o 30 euro) da effettuare una volta all'anno nel consueto controllo degli esami del sangue?
Questo sito medico sostiene che, chi fa il vaccino, dovrebbe effettuare il test sierologico prima e dopo proprio per valutare l'effettiva necessità del vaccino in concomitanza alla presenza di anticorpi già presenti. Anche perché, ricordiamoci bene, che oltre alle controindicazioni, all'interno dei vaccini, c'è sempre il Mercurio, causa di autismo per molti soggetti.

Ricomincia La Scuola!!!

 

Chissà se i ragazzi son finalmente frenetici di ritornar a sedere sui banchi dopo tutto questo periodo d'assenza o se, comunque, il primo ingresso sarà lento e svogliato, a tratti sonnacchioso con un contorno di sbadiglio contagioso?
Già in Alto Adige è iniziata con 20 Dimissioni di insegnanti e 58 Sospensioni, pare si stiano organizzando per organizzare una realtà di scuola più diretta agli studenti priva di tutte quelle che sono queste burocrazie aggiuntive e dare un insegnamento più di qualità agli studenti.
Si andrà dunque verso un'era di privatizzazioni?
Sicuramente meglio delle classi pollaio in cui più del 50% pensa ad altro durante la spiegazione e dove i bidelli guardano la TV o fanno la maglia anziché togliere quel chungam che c'ha tenuto compagnia per l'intero anno scolastico.
Chissà se si andranno così a formare discriminazioni verso i vaccinati che si dovranno "Sorbire" continui controlli, sospensioni se il tuo compagno di banco risulta positivo (non più tutta la classe), perdite di lezioni continue oppure continueranno con la Dad? 
Discriminazioni perché dovranno acquistare, come sempre, testi scolastici contestati, inutili e inutilizzati facendo spendere, come sempre, mezzi stipendi per testi lasciati ad impolverarsi senza segni o scritte perché "Forse me lo prendono usato quindi non rovinarlo" ma usato non lo prendono più perché cambia l'edizione proprio quell'anno!
Si, se avessi un figlio penso che lo dirotterei su questa nuova rete che si sta creando in questa scuola Italo Tedesca per permettere alla sua mente di acquisire informazioni pulite e prive di tutta questa sporcizia burocratica.

giovedì 9 settembre 2021

Ex Cattedra - Domenico Starnone

 

In questo suo primo libro racconta l'Anno scolastico 1985/86 in cui lui è insegnante di Letteratura e Storia e, travolto da scioperi, manifestazioni, occupazioni, gite scolastiche, scrutini, correzione di temi in cui non legge di più di un semplice obbligo didattico se non dall'unico secchione a lui devoto che vorrebbe trovare il modo di bocciare per la sua eccessiva snobberia.
In tutto questo caos lui e i suoi colleghi devono mantenere un corretto calendario con interrogazioni, compiti e voti in cui spiegando le lezioni osserva l'allieva che si rifà il trucco tanto "non porta Italiano agli esami", l'altra con le cuffie nelle orecchie legge La coscienza di Zeno perché Italiano agli esami lo porta ma non crede all'utilità delle sue spiegazioni. 
Foto ricordo di fine anno in cui si immagina perennemente ricordato come simbolo di quella scuola in cui lui vede gli anni passare con i ragazzi che, se anche cambiano, sono sempre gli stessi. Stessi atteggiamenti, stessa tipologia d'attenzione, stessa motivazione. Sullo sfondo di una scuola esilarante, descritta minuziosamente in tutti i suoi rituali, insegnanti e studenti vagano senza meta per corridoi e aule. Tutte le passioni sono sopite. Anche il dubbio ha perso ogni funzione didattica. La cattedra è un’ex cattedra. A tratti, in questo ambiente rigorosamente chiuso, giunge l’eco degli eventi del mondo. Allora si accendono vecchie e nuove passioni. Ma è un fuoco di paglia. Insegnanti e studenti tornano presto ad essere figure impassibili e insieme compassionevoli, come quegli attori tristissimi pagati per prendere torte in faccia.

mercoledì 8 settembre 2021

Il risveglio è leggermente sonnacchioso, con una nota di ricordo del viaggio trascorso.

 

Rimini Porto
Apro la finestra per eliminare la puzza di sonno che la invade, meglio questa o quella del pesce misto salino che ho odorato nei precedenti due giorni? Penso ripensando al sogno appena concluso e al mare da poche ore abbandonato.
Il viaggio di ritorno è stato assai burrascoso, un tizio ha iniziato a brontolare e a inveire contro non si sa chi e ha fatto il nome di un mafioso siculo: Matteo Messina Denaro. Mi sono girata per osservarlo e mi ha proprio detto "Cos'hai da guardare tu?" 
Però assomigliava al tizio che ha fatto colazione in hotel ieri mattina, tutto incappucciato e privo della canotta blu da pescatore.
E' stato l'unico a vedere che la ragazza, sorella di due viaggiatrici di cui una a sedere sul seggiolino frontale ma spostato, è scesa dal treno a Forlì probabilmente impaurita dalle parole verbali che sono uscite dalla bocca dello sconosciuto tizio?
Ma ora eccomi a prepararmi per la colazione, devo rimettere al loro posto documenti, soldi e bancomat e avviar la lavatrice, mi devo affrettare che oggi c'è il sole e potrebbe esser il giorno giusto per andar a raccoglier More!

martedì 7 settembre 2021

Ed eccomi a tirar le somme di quanto speso

 

Penso di aver battuto il mio precedente record Viserba a 76 euro x due giorni ma ora i calcoli;
Regionale andata e ritorno= 11,10x2=22.20 Pagati con bancomat.
Hotel 15 euro+tassa di soggiorno= 16 perché ho lasciato il resto (mi sento quasi un vip)
Seconda colazione al mio arrivo, appena scesa dal treno, a Rimini 2.60
Pranzo con crecione alle erbette+Acqua 4.10
Cena con Gelato 3.00
Acqua in un Market 0.50
Penna perché dimenticata a casa= 1.50
Pranzo del secondo giorno=non ho lo scontrino ma Pizza al taglio+Acqua poco meno di 3 euro. Arrotondiamo a 3 Più 0.60 cent dell'unico forno per il gnocco già assaggiato nella colazione dell'hotel
Cena prima della partenza, 3.00 di patatine fritte con ketchup e Maionese.
Totale speso per due giorni= 56.50 Euro!!! Nuovo Record!!!

lunedì 6 settembre 2021

Marebello di Rimini, due giorni a meno di 57 euro.

Sul treno Regionale che m'ha portato a Rimini inizialmente mi son seduta nel seggiolino che si abbassa inserito vicino alle porte d'ingresso e d'uscita per poi ritrovarmi ad occupar una poltroncina non appena il flusso è sceso a Bologna. Bologna, qui i treni si vuotano ma si riempiono immediatamente ed ecco arrivar una coppia sulla trentina con valige annesse e posizionate nelle apposite griglie.

Avevo già preso posto nel più comodo schienale quando i due si avvicinano, lei si siede a un posto dopo il mio (seggiolino a tre posto per il lungo) e lui? ovviamente in mezzo abbassandosi la mascherina e continuando a sorseggiare la sua bevanda come se nulla fosse. 
I bendistinti han tutti la faccia da vaccinati... ed eccomi ad alzarmi e tornar sul mio seggiolino pieghevole appena abbandonato senza fiatare per poi sedermi nuovamente di fronte a loro non appena il posto sè liberato. L'ho fulminato con lo sguardo, l'ha capito il troglodita benvestito e un poco succube della giovincella che lo accompagna e che sbaglia le parole crociate ma non è lei che sbaglia.... Che gente!!

Arrivata a Rimini chiedo informazioni per prendere il sottopasso che mi porterà al mare a un giovanotto con addosso la mascherina di Jocker e, pian piano a piedi (lo avrei fatto comunque anche se potevo prendere il bus) eccomi avanzare verso quello che è parco a Federico Fellini dedicato.
Immediatamente m'imbatto nella fontana dei Quattro Cavalli realizzata dallo scultore Riminese Filogenio Fabbri ed è la seconda opera all'interno del parco, la prima è un macchina fotografica gigante realizzata da un Riminese.

Elio Guerra la realizzò assieme ad alcuni amici a riproduzione della Ferrania Gallilea che era in voga all'epoca. Guerra, in maniera più o meno consapevole, anticipava la Pop Art degli anni 60 proseguendo le architetture tautologiche, tipiche in riviera, delle colonie a forma di nave, dei lampioni a forma di cono gelato, dei bar a fungo o ad ombrellone.Divenne uno degli oggetti più fotografati di Rimini./ turisti le si mettevano in posa davanti,non cera fotografo ed artista che passando di li non la riprendesse.Nel tempo cambiarono le sue funzioni, da negozio di materiali fotografici a punto informativo turistico.
Una parte del parco pubblico è di proprietà del Grand Hotel divenuto famoso per i film di Fellini che hanno reso Rimini "Una dimensione Mitica" la terra in cui si desidera tornare, attorno ai suoi luoghi ha costruito un'idea universale della bellezza nell'epoca in cui il simbolo dei desideri proibiti, della ricchezza, del lusso e dello sfarzo ne facevano da padroni. 

Poco distante il molo, anche lui racchiude monumenti di spessore come 
“Eye Love Rimini“, l'ancora della memoria dei caduti al Mare e il porto. Presente ‘Una biblioteca di pietra’ dell'artista riminese, ma fiumano di nascita, Vittorio D'Augusta, posizionato sulla scogliera del porto di Rimini.
Il monumento è dedicato in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, inaugurato il 10 febbraio 2014 in occasione della Giornata del Ricordo. Il monumento e' costituito da un leggio riportante una targa commemorativa e da 30 targhette poste sui sassi che delimitano il camminamento della nuova scogliera, in cui sono incisi i nomi di scrittori e intellettuali di quelle terre di confine e di una loro opera.

Lungo quella che è per i Riminesi una consueta passeggiata , biciclettata o luogo di attività sportiva in ogni stagione dell'anno si trova un locale su palafitte, la scogliera in cui è presente la "Biblioteca di Pietra" e la statua dedicata alle mogli dei pescatori.
“La Sposa del Marinaio” realizzata dallo scultore Umberto Corsucci da un’idea di Giancarlo Cevoli. Un’opera che segna l’inscindibile legame di amore e timore con il mare “per ricordare le donne che sulle banchine del porto aspettavano i loro uomini dal lavoro e dal mare, per non dimenticare quelli che non sono tornati“.
Porto di Rimini/Marebello 1 ora e due minuti di salutare passeggiata, un po di più se consideriamo il tempo per "sosta Photo" e "Ammirazione Paesaggistica".
Oltre ai pescatori eccomi ad osservar cadaveri di meduse suicidatesi non si sa bene il perché, donne che passeggiano a piedi scalzi come se stessero calzando un tacco dodici, il classico tennis da spiaggia che va sempre di moda e un' altalena posta a riva che mi ha fatto gola... ecco il difetto nel viaggia soli... e poi la sacca chi me la controlla?
Giunta a Marebello ho subito cercato l'hotel per farmi una doccia e abbandonare il superfluo, al secondo piano senza ascensore eccomi ad entrar nella stanza 9 che trovo essenziale; un corridoio con il lettino a una piazza, il televisore, lo specchio, l'armadio, la scrivania, la finestra e, e il bagno dov'è? la porta in tinta con il muro ha creato un'effetto mimetico con la sola maniglia come distinzione.
Due giorni in relax assaporando il sole, il vento, il mare il crescione alle erbette, il gelato, la pizzetta al taglio. Nonché la ricca colazione dell'hotel con i suoi cereali che, sciolti nel latte caldo, lasciano un sapore di cioccolato misto semi di non so cosa, nonché i bomboloncini alla crema e il mini cornetto, il gnocco con la fetta di Emmental ... Ok!!! Stop al cibo che già ingrasso al pensiero.

A Marebello i Cani sono tutti ben accetti sia negli Hotel, in spiaggia (mattina e sera) nei Ristoranti, nei locali e sono presenti negozi con sfiziosi articoli a loro riservati pare abbiano ottenuto un'autorizzazione Usl che li rende liberi all'accesso con aree riservate e docce apposite. 
Ed è anche bello veder sguazzare i pelosi più coraggiosi sulla riva ed osservare chi è intimorito, chi è affascinato e chi passa quasi indifferente, come i bambini anche loro vivono le loro emozioni.
Il giorno successivo percorro la via a ritroso per tornar verso Rimini, il pieno pomeriggio non è ancora giunto che già parto con le sacche in spalla per poi distendermi sulla spiaggia libera ai piedi della ruota panoramica.
Osservo ancora il porto, torno verso la statua della sposa del marinaio, percorro il canale in cui si trova la Biblioteca delle Foibe in pietra. Osservo la riva senza sponde e un brivido mi percorre la schiena nel momento in cui transita un ragazzo che fa lo slalom con lo skate quasi sul bordo... ok sono vecchia, penso riflettendo sui riflessi indubbiamente maggiori rispetto a quelli della sottoscritta.

E poi, cercando un locale in cui facessero le patatine fritte abbondanti ad un prezzo equo eccomi a scoprire il "Parco del Mare" un'immensa area Pedonale e Ciclabile che ha spazzato via da poco parcheggi e traffico permettendo a Riminesi, viaggiatori e turisti di godere di una visuale maggiormente accogliente e indubbiamente più salutare con pista ciclabile bidirezionale lunga 8 Km che giunge fino a Riccione.
Circondato da ricche attività commerciali riservate prevalentemente a tasche capienti, con sfarzosi decori che hanno attirato la mia attenzione, alcuni sono più a buon mercato ma, comunque, quando la margherita costa 6 euro sei comunque caro!!!
Alla fine ho trovato la mia pietanza ed ho raggiunto il mio treno delle 20 con largo anticipo e, anche sulla via del ritorno, una cosa buffa è accaduta.
Posso? chiedo ad una straniera con i piedi scalzi stesi sul seggiolino a lei di fronte "Se non ti da fastidio" sembra avermi accennato.. No, sono abituata a peggio e di odori non se ne sentivano, forse la mascherina aiuta!
Ad un certo punto un uomo inizia a brontolar a voce alta e la sorella della ragazza a me frontale scende di corsa senza che nessuno se ne accorga se non lui che ha avvertito le due rimaste sul treno.
La telefonata e, ok! Salirà sul prossimo!
Così tutti ci mettiamo sereni finché non arriva il controllore con al telefono la sorella scesa che aveva lasciato la borsa sul treno, il tizio ha smesso di brontolare perché poi si è messo a parlare con uno che cercava di convincerlo che, nonostante tutto, la vita è bella!!!

domenica 5 settembre 2021

Tra poche ore avrà inizio la mia seconda settimana di ferie settembrine

 

Ma quant'è bello vedervi tornar tutti dalle ferie, vedervi ricominciar a lavorare chi abbronzato, chi rincoglionito, chi in bolletta, chi desolato nel ricominciare... mentre io, in ferie già da una settimana ma comunque ancora attiva tra cane e gatti, eccomi a pensar che, ora, mi ritrovo sola soletta dopo il continuo via-vai di Luglio e Agosto dei vostri simpatici e buffi animali.
Ora, dopo che mi son goduta tutti i vostri "Paciughini pelosi", dopo che mi son goduta la desertica città, dopo che non vi ho affatto invidiato durante l'afoso caldo raggiunto quest'anno (vi ho pensato, ho pensato a voi, sudaticci sotto l'ombrellone nell'afa della spiaggia, con la sabbia che emana calore e vi bruciacchia i piedi) mentre io, nel mio umido appartamento con le gambe adagiate al poggiapiedi della mia poltroncina, mangio un ghiacciolo yogurt e frutti di bosco, un gelato o un calippo (la cocomera anche, ma non sulla poltroncina) accarezzando il vostro cagnolino.
Solitamente Settembre è dedicato a visitar City, da tempo mi son prefissata ciò che è scritto nell'immagine inserita; un luogo differente all'anno è di sostegno all'immaginazione e allo spirito d'avventura ma, purtroppo, non ho il green Pass quindi direzione mare!!!
Nonostante farò solo mare ho scelto un mare differente, a Viserba son già stata, a San Mauro Mare son già stata, a Gabicce e Cattolica son già stata, Rimini Città l'ho già vista nonostante mi manchi ancora da visitare Castel Sismondo. Potrei passare al Parco Federico Fellini per poi curiosare nella lunga panoramica lungo il porto di Rimini e far Photo all'intera visuale nonché al BoaBay che incontrerò sul mio percorso per raggiungere l'hotel.
Hotel già prenotato, come lasciarsi sfuggire il prezzo di € 15.00 con colazione compresa? Ho avuto la fortuna di trovare chi ha solo un lettino singolo quindi non viene applicato il supplemento camera singola, diversamente avrei soggiornato in giornata ma già che ci sono, un giorno in più mi permette di osservare meglio le attrazioni sopra descritte.
Dovrò portarmi la macchina fotografica? NO!! Meglio optare per il secondo cellulare così lo testo come "Effetto immagine" e mi tengo viva la batteria per eventuale necessità del navigatore Google!


venerdì 3 settembre 2021

E se proprio dovessi essere costretta, io, che vaccino mi farei???

 

Ho letto sul sito dell'AIFA che;
7. Perché non è possibile scegliere il vaccino?La vaccinazione anti COVID-19 è un diritto riconosciuto a tutti, tuttavia il rischio di infettarsi e sviluppare la malattia in forma grave non è lo stesso per tutte le persone e, attualmente, la disponibilità di dosi non è la stessa per tutti i vaccini. Perciò, proprio per garantire la massima equità di accesso, è necessario seguire il Piano strategico per la vaccinazione anti COVID-19 (Piano Vaccinale) elaborato dal Ministero della Salute.
Quindi quello che loro decidono di fare lo fai e punto, nonostante le tipologie di vaccini sono suddivise in due categorie;

Ma cosa c'è all'interno del vaccino Pfizer? Prevalentemente lipidi, sali e zuccheri, leggermente differente il Vaccino Moderna che però rassomiglia molto al precedente.
Ma ora veniamo a quelli agli Scimpanzè dedicati, entrambi agiscono con il siero dello adenovirus di scimpanzè I'Astrazeneca ma è nel Jonhson che leggo; 
Una volta all’interno della cellula, il virus rilascia il proprio codice genetico virale (RNA) e induce la produzione di proteine virali che creano nuovi coronavirus: questi si legano ad altre cellule e portano così avanti l’infezione.

Non ho capito... cioè mi state dicendo che se mi faccio lo scimpanzè potrei aver in corpo una sostanza che crea nuovi coronavirus e, legandosi alle mie cellule, portano avanti l'infezione facendomi ammalare???
Ma funzionano così i vaccini??? 
Della serie fatti sto vaccino così ti prendi il virus e non ci pensi più.
Allora che differenza c'è se me lo prendo senza vaccino???
In una di queste, inoltre (proprio nel ricettario) indica che non è indicato per le donne in gravidanza cosa ora giornalisticamente diffusa come "Vaccini adatti alle gravide".
Ma pigliate per il cul@?

Come dal video ho chiesto chiarimenti sia al numero del centro vaccinale, sia alla mia doct, la seconda mi risponde che devo prendere appuntamento al centro e che saranno loro ad effettuare la valutazione ma che, a lei risulta, queste esenzioni sono state a loro indicate per vaccinare per primi i soggetti deboli con tale patologia. 
Su questo sito trovo; Le certificazioni di non vaccinabilità potranno essere rilasciate – obbligatoriamente a titolo gratuito - direttamente dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale.
Quindi Entrambi?
Comunque non ho ben capito, su un sito c'è scritto che sono i codici esenti da vaccinazione, su un'altro che sono quelli con primaria vaccinazione.
Io che vaccino mi farei???
Col Ca@@o che mi faccio il vaccino!!!

mercoledì 1 settembre 2021

Vaccino Covid , Reazioni avverse

 

Tra ieri e oggi mi son letta un po di controindicazioni dei vari vaccini covid che somministrano alla popolazione e quasi tutti mi hanno lasciata con un senso di orrore nel pensare che, coloro che hanno subito grosse conseguenze, potranno rimanere così tutta la vita per un vaccino che non si è nemmeno certi dell'effettiva efficacia.
E' meglio prendere il covid, rischiare di starsene a letto in convalescenza, rischiare l'eventuale ricovero oppure rimanere con un grave danno con il dubbio che magari tu, questo Covid, nemmeno avrebbe posseduto il tuo corpo?
Forse io penso così perché posso scegliere, perché non ho una costrizione lavorativa che mi impone per poter ricevere il mio compenso, forse perché non mi interessa andarmene in giro ma preferisco rimanere a casa e continuare con le misure preventive sempre adottate. Forse perché ricordo il mio fisico nel periodo in cui l'ho voluto disintossicare dagli antidolorifici, so quanto il corpo crei assuefazione e, sopportare il dolore è solo un periodo passeggero in cui il fisico modifica la soglia della sopportazione al dolore per poi rigenerarsi e assumere nuova vita. Ora se mi capita di prendere il paracetamolo rimango stordita in trance a sonnecchiare tanto è eccessivo l'effetto... che reazione avrebbe su un fisico come il mio questo vaccino?
Riporto alcuni commenti agli effetti collaterali (che se li hanno messi su facebook riservati non sono);
-In famiglia, una quasi deceduta. Tramite amici: un'emiparesi facciale, una paresi a una gamba e la perdita della vista a un occhio. Dicono saranno reversibili (tranne l'occhio, di cui ancora non si sa).
-
Si, ne conosco 4 persone che hanno avuto reazione, il primo paralizzato da un braccio dopo la seconda dose, un’amica dopo al seconda dose eruzione cutanea dal collo al torace. E due ragazze rischio miocardite sempre dopo seconda dose sono sotto osservazione.
-
Papà di un mio amico è morto dopo il vaccino per trombosi.
-
Da noi è morto un utente dopo 6 mesi dalla seconda dose per emorragia, nel giro di 24 ore.. così all'improvviso, una mia collega ha un ulcera ad un occhio uscita all'improvviso dopo circa sei mesi dalla seconda dose..rischia la vista... altri non stanno più bene ma non ammette nessuno sia il vaccino (infermiera)
-
I genitori di una mia amica sono entrambi morti pochi giorni dopo il vaccino, il mio vicino di casa ha perso un occhio ed un mio collega giovane ha avuto un infarto ma sono riusciti a salvarlo per un pelo.
-
La cugina di una cara amica,la prima dose la manda al pronto soccorso quindi chiede al suo medico se è il caso che faccia anche la seconda,il medico le dice che una volta fatta la prima deve assolutamente fare la seconda.....fa la seconda, d'urgenza in pronto soccorso e dopo 4 giorni muore........ Lavoro con il pubblico e tanti di questi hanno avuto problemi più o meno gravi......
-
Io vivo in Svizzera. Da noi hanno omologato Pfizer e Moderna. Una morta da arresto cardiaco 2 giorni dopo il vaccino. Un’altra idem. Una terza è ricoverata in gravi condizioni in ospedale per emorragia cerebrale…
-
Un amica 2 ore dopo la prima dose 3 giorni in rianimazione adesso ha la polmonite e naturalmente visite ossigeno ecc deve pagare a sue spese,un altra ematomi grandi braccia e gambe,ieri la mano gonfia,un altra si è " bucato" l intestino adesso è con la sacca a 48 anni.
-
Un cugino. Il giorno dopo la seconda dose ha avuto una trombosi,labirintite e una gamba mezza persa. Sta recuperando ma quanto durerà?
-
Vicino di casa 70enne trombosi la gamba gonfia 4 volte tanto morto.
-
Ho un amica che lavora al koelliker di torino come fisioterapista. Suo padre era il medico della juve. Tanti casi di paralisi.
-
Collega di lavoro. Due giorni dopo il v svenimento e relativa commozione cerebrale (ha detto che non riusciva a respirare). Trattenuto un giorno dall'ospedale e dimesso incolpando problemi tiroidei.
-
Una ragazza di 18 anni morta subito dopo prima dose.
-
tre amici con ictus edvembolia,poi a luglio un amica con patologia metastatica.... dopo la prima dose non respirava più bene ossigeno, ricovero e deceduta dopo tre settimane.... resta il dubbio se non si fosse vaccinata avrebbe potuto fare Chemio, radio etc?.
-Da me è morta una mia amica insegnante a marzo dopo dieci giorni dalla puntura, un'altra signora shock anafilattico per cui sottoposta a 8 ore di flebo si è salvata , un'altra teombosi ad una gamba ancora non del tutto risolta dopo 4 mesi e molti con strani dolori tipo fibromialgite , cistiti e fuoco di san Antonio...tutta roba che prima non avevano.

Eccetera eccetera... ce ne sono un bordello, ma la più sconvolgente forse perché è meglio descritta è la seguente;

Il 12/18/20 verso le 12:30 vado alla stazione designata tirando su la manica destra e ricevendo l'iniezione. Penso: ′′ ok, non è stato poi così male ′′ e parto per andare in sala d'attesa per 15 minuti per assicurarmi che non si verifichino reazioni.
Mentre ero nell'ascensore scendendo, un piano, verso l'area dei posti a sedere, ho avuto un po ' di capogiro. Penso a me stesso di aver appena sbagliato l'ascensore. Arrivo a terra e sono stato accolto da un'infermiera che mi ha chiesto di aspettare un minuto per sedermi. Ho sentito poi una grande onda di vertigini sul mio corpo. Ho chiesto se potevo sedermi ora, mentre mi sentivo davvero stordito e le mie gambe sembrano spaghetti. L ' infermiera ha gentilmente detto sì, siediti dove vuoi. Mi sono seduto e lei mi ha chiesto come mi sentivo? Ho detto un po ' stordito e strano ma non credo che sia niente. Una dolce ragazza seduta di fronte a me mi disse: ′′ Non è nella tua testa, sento la stessa cosa." Ci siamo guardati con uno sguardo sconvolto negli occhi. Poi la ragazza seduta di fronte a me ha detto che stava iniziando a sentire un solletico alla gola. Pochi minuti dopo, ho iniziato a sentire lo stesso, un solletico alla gola. Entrambi eravamo d'accordo che probabilmente non era ancora nulla e forse avevamo bisogno di bere un po ' d'acqua. Poi ha detto all'infermiera che sente ′′ pienezza ′′ in gola. Il personale medico l'ha portata via rapidamente in una delle due stanze posteriori per iniziare una flebo. Mi sono seduto lì da solo quando ho anche iniziato a sentire una ′′ pienezza ′′ in gola e mi sono guardato intorno ma non ho visto nessuno. Poi il medico è venuto da me e mi ha chiesto come mi sentivo? Le ho detto: ′′ Anche io sento pienezza in gola," con il cervo in uno sguardo da fanale sul mio viso. Mi ha portato nell'altra stanza sul retro, nel caso dovessimo iniziare una flebo. Una flebo? Per cosa? Ero confuso e pensavo di stare bene, mi sento un po ' strano.
Vado nella stanza sul retro e la pressione sanguigna ha mostrato 187/100 e pulso 120. Mi è stato chiesto da tutto il personale se avevo HTN, allergie o allergie al vaccino antinfluenzale. Ho detto no, non ho nessuna allergia o HTN. La pienezza nella gola si è rapidamente aggravata fino a sentire come se fossi stato soffocato con un calore estremo dentro il mio corpo, che è iniziato alla gola e si è salutato fino all'addome e al rialzo. È stato allora che ho preso una flebo, Benadryl, solumedrol e la mia prima iniezione di epinefrina. Ora la mia pressione sanguigna e il battito cardiaco erano ancora più alti e inizio a tremare incontrollabilmente a causa dell'epinefrina. Guardo il soffitto e sento che questo è surreale e non io, ancora non mi rendo conto di cosa stia succedendo fino a quando la persona medica che si trova sulla mia sinistra chiede al medico sulla mia destra, sta avendo una reazione anafilattica, non è vero? ? Il medico alla mia sinistra dice: ′′ Sì, lo è." Il medico mi dice che i tuoi saturati di ossigeno sono buoni, quindi respiri, quindi cerca di non avere paura e continua a parlarmi. Lui mi tiene per mano, dicendomi di non preoccuparmi che ce l'ha fatta e io starò bene. Poi dice che la tua voce suona raspy. Puoi provare a parlare più forte? Non potrei parlare più forte. Man mano che i miei polpastrelli diventano blu, le lacrime iniziano a scendere dai miei occhi, e i sintomi peggiorano. Ho iniziato a sentirmi come se stessi annegando. Glielo dico, sta peggiorando e mi sento come se stessi annegando! È stato allora che ho fatto la seconda iniezione di epinefrina. Il mio corpo ha continuato a tremare ma anche peggio. Poi Finalmente, ma lentamente, lo strangolamento si è fermato e i miei sintomi hanno iniziato a migliorare. Stava andando via! Potrei respirare un po ' meglio ora e la mia voce inizia a diventare più forte. Una volta fuori pericolo, mi sono accorto di essere stato lì per un'ora, mentre ero stato impennato ad un letto d'ospedale per aspettare che il mio corpo riprenda la normalità.
Erano le 8 di sera quando finalmente ho lasciato l'ospedale. L ' altra ragazza che ha avuto la reazione anafilattica come me è andata in terapia intensiva così mi sono sentita fortunata a tornare a casa. Mi sentivo malissimo ancora con un terribile mal di testa, non riuscivo a camminare per 20 passi senza essere singhiozzato e la mia gola mi sembrava di essere stato preso a calci. La mia meravigliosa figlia mi ha preso perché non potevo guidare e mi ha aiutato a riprendermi. Questa è stata di gran lunga la cosa più folle che mi sia mai capitata in vita mia. Mi fido dei vaccini e delle medicine, e non riesco a credere a quello che mi è successo. Volevo raccontare la MIA storia per poter ascoltare una storia vera da qualcuno che ha vissuto una reazione di anafilassi dopo aver ricevuto il vaccino anti-Covid. La prima foto è quando mi sono seduto e mi sono sentito stordito e la seconda foto è stata poco prima che venissi dimesso.
Sono stato salvato non solo da un grande personale sanitario e medicine, ma anche dalla grazia di Dio. Grazie Dio per avermi salvato la vita!
Grazie per aver ascoltato la mia storia. Per favore fate attenzione se ricevete il vaccino anti-Covid Pfizer e sentitevi liberi di condividere la mia storia...


martedì 31 agosto 2021

Le Vite Nascoste Dei Colori - Laura Imai Messina

Mio e Aoi si incontrano e, come ogni storia d'amore, il colpo di fulmine pervade lei, lei che è sempre stata attenta a ricercar il colore della personalità di ogni essere che incontrava. Lei sostiene che ogni cosa, avvenimento o persona racchiude un colore, lei che non vede il giallo come giallo, il rosso come rosso o il verde come verde.
Lei vede riflessi senape e zafferano, il rosso carbone, l'arancio del tramonto quello delle sei del pomeriggio, il rosato più chiaro del color prugna, il colore del mascara che si scioglie all'angolo dell'occhio.
La varietà e la fantasia con Cui Mio descrive il modo in cui vede il mondo la rende unica rispetto a tutte le altre persone e, da grande, lavora presso uno studio che si occupa proprio di colori e segue i clienti per consigliarli ad abbinamenti più consoni.
Qui incontra Aoi con una particolarità opposta; è daltonico ma questo verrà fuori più avanti, come verrà fuori più avanti il fatto che lo zio di lui è il reale padre di lei. Aoi era andato per la consulenza solo per conoscerla e rivelarle il fatto. Lo zio è già morto da un mese e lei emotivamente irrigidita ai sentimenti, col pensiero di dimenticare per non soffrire e essendo vissuta in una famiglia apparentemente felice in cui l'hanno fatta vivere serena, rifiuta fuggendo anche dall'amore appena conosciuto.
Lui ha un lavoro ereditato dal padre, lui stesso gli ha insegnato come approcciarsi ai parenti dei defunti e viene spiegato il rito funebre dell'usanza, il bianco nell'antichità era il colore destinato al lutto. Aveva vissuto nell'agenzia funebre di famiglia fin da bambino come Mia aveva trascorso la sua infanzia nell'Atelier della Madre tra i Kimono nuziali, i Shiromuku, i shibori. Lui che fin da bambino s'intrufolava tra le bare accarezzando guance irrigidite aveva pian piano imparato l'arte dell'ascolto perché con i rimasti serve solo essere umani. Ha pian piano imparato che i rimasti vi fisseranno per strada, che alcuni distoglieranno lo sguardo quindi ha dovuto imparare ad accettare a non rimanerci male perchè ciò accade per il ricordo di una tristezza trascorsa.
Hanno modo di rincontrarsi dopo il litigio perché ad Aoi occorre qualcuno che vesta da sposa, con li Kimono di circostanza, una salma. Non è mai riuscita a incontrare il suo amore morto in guerra e quella della morte sarà la sua occasione spirituale di ricontatto. Il rituale sakasa-mizu (l'acqua all'inverso) in cui lavando il corpo all'acqua fredda occorre aggiungere la bollente e tutti i seguenti riti partecipando lei stessa alla cerimonia e liberandosi al pianto al ricordo di altri pensieri. E' così che la storia ricomincia.
 

lunedì 30 agosto 2021

Vaccini Covid-19

 

Ma se tu ti vaccini, Caspiterina, ma non sei già protetto? Ma perché devi rompermi i C...@ni? Un vaccino lo fai a un soggetto debile, a un soggetto che vive in condizioni igieniche disastrose, lo fai agli immigrati che stanno arrivando dall'Afganistan o altre nazioni in cui vivono in povertà.
Ma io caspita mi lavo quotidianamente, pulisco ciò che uso per mangiare, mi disinfetto ancora le zampe quando entro in un negozio o altro genere d'edificio. Vado al supermercato e disinfetto il carrello, mi cambio quasi quotidianamente gli abiti e lavo lenzuola e asciugamani una volta la settimana. E vi dirò di puù, aspiro anche gli interni dell'auto e la disinfetto con il liquido per i vetri all'ammoniaca.
Ma tanto, dopo questo mio sfogo verbale sul web già lo so, a fine settembre o nel mese d'Ottobre qua si torna a chiuder tutto... così il green vaccino ve lo ficcate dove non batte il sole, anche perché, se veramente è il covid che volete curare il tampone me lo dovevate fare quando stavo male e non voler farmi il vaccino quando sto bene!!!
Anche se lo ritengo utile, non ho firmato per toglierlo perché è solo usato male, per scopi non coerenti con un serio utilizzo. Qui c'aveva ragione la Meloni che occorreva per una sicurezza tra gli stati, forse anche per agevolare la comunicazione informatica tra questi. E sarebbe utile da inserire come informazione nel codice fiscale assieme al DNA per verifica delle patologie di ogni individuo.