Diventa un mio compagno di Blog!!

Translate

Cerca nel blog

domenica 14 luglio 2013

Turismo dentale a Zagabria



L'attesa del mio turno dal dentista a volte si è prolungata come, del resto, accade in Italia. Ho così iniziato a guardarmi attorno e le scoperte sono varie... ne trascrivo alcune...

Vodenjak = Acquario
Ribe = Pesci
Ovan = Ariete
Bik = Toro
Blizanci = Gemelli
Rak = Cancro
Lav = Leone
Djevica = Vergine
Vaga = Bilancia
Skorpion = Scorpione
Strijelac = Sagittario
Jarac = Capricorno

Ovviamente ho chiesto come si scrive il mio mese di nascita: Lipnja corrisponde al mese di Giugno.
Inoltre ho scoperto durante l'attesa che esiste, nel mondo, Questo tipo di soluzione preventiva per i tumori. chissà quando mai diventerà realmente operativa.

In giro per la città ho raccolto molte immagini di "Pillole di normalità" della curiosa Città. Tabelloni normali per loro ma completamente strane per noi e staccionate artigianalmente costruite.

Anche il negozio dedicato completamente ai prodotti della linea Nivea mi ha incuriosito, sono entrata e, a distanza di tempo, ricordo la commessa che ha comunque cercato di rendermi partecipe dell'atmosfera... poverina... che sforzo che ha fatto!!!

L'auto a lato è stata da me fotografata per avere un punto di riferimento della clinica situata in via
DOBRI DOL

La città sono riuscita a visitarla quasi tutta, gli abitanti sono squisiti e hanno reso agevole e piacevole il mio soggiorno. Una volta mi sono persa.. vagando per la città alta ho superato una Cattedrale e non sono più riuscita ad orientarmi... A chi chiedere informazioni se non a un autista di autobus?
Con il mio scarsissimo inglese e con l'aiuto della cartina della Città, ho cercato di far capire dove dovevo andare, il povero malcapitato che si è trovato costretto ad ascoltare il mio inglese è stato squisito...
Quando ha visto che ero io a non capire il suo inglese, mi ha fatto salire sull'autobus per portarmi in una zona a me conosciuta... è stato il mio eroe!!!
 P.S. In Italia non sarebbe potuto accadere perché non avevo il biglietto mentre in molte città esiste il giornaliero se non il turistico!

E ora vi lascio al consueto racconto che ho ormai scritto in vari Blog o siti di turismo:

Dipinto in Città!

Eccomi in attesa del pulman che mi porterà a Zagabria, non so perché ma immagino sia uno di quei pulmini sgarrupati, stile anni 60 ... spero di sbagliare .. ma, vedremo!

Nel frattempo visito Trieste: bella città, pulita, poco traffico (almeno nei pressi della stazione, non mi sono spostata molto siccome ho sempre con me la valigia) e una miriade di stranieri (ne ho incontrati molti anche sui treni presi per raggiungere Trieste). La zona bassa della città è molto graziosa; un canale divide in due il centro e sfocia direttamente al molo, molti particolari danno l'idea di una cittadina benestante e curata.
Mi piacerebbe sapere di più su questo luogo, non ho visto molte informazioni turistiche ma ho letto alcuni cartelli che mi hanno interessato parecchio come una certa grotta situata non so dove....

Finalmente arriva il pulmino della clinica, dovete sapere che a Trieste, sulla destra della stazione, c'è la via per la Croazia (almeno così mi ha detto un dipendente della stazione nel momento in cui gli ho chiesto informazini) dove i pulman delle varie cliniche dentistiche attendono gli Italiani (veramente tanti ... ).
Sistemati documenti e bagagli partiamo: Trieste-Zagabria 253KM (a proposito il pulmino non è sgarrupato e ha l'aria condizionata).

Durante il viaggio la conversazione è a singhiozzi, oltre all'autista siamo in otto passeggeri, io siedo d'avanti e mi godo il paesaggio della Slovenia ricco di piccole città immerse nel verde, scopro che la parola "DOBERDAN" significa "buongiorno" e "DADA" significa "si". Dietro di noi un'altro pulmino ci segue con a bordo quasi lo stesso numero di persone. La clinica ha un totale di cinque pulmini; gli autisti partono all'una da Zagabria per arrivare alle tre e trenta alla stazione e/o all'aeroporto di Trieste per poi ripartire alle 16:00.

Arriviamo finalmente a destinazione alle 19:00 circa e ci portano tutti direttamente alla clinica per registrare i documenti, compilare la scheda paziente e fare a tutti la panoramica gratuita. Siccome siamo in tanti l'attesa è lunga e iniziamo a conoscerci un poco inoltre, una volta terminato il tutto, bisogna attendere una parte del gruppo per essere accompagnato in hotel.
Il mio, sfortunatamente, è stato l'ultimo, ci siamo così trovati a dover supplicare l'autista di fermarsi, alle 23:00, a un MC DONALDS prima di raggiungere l'hotel... fortunatamente avevo cambiato a Trieste 50€ in corrispettive KUNE!

Fino ad ora il costo del viaggio è stato di €45,00 per i tre treni presi, il pranzo e la cena al MC DONALD'S.
Il costo del pulmino della clinica, la prima volta, è gratuito mentre le successive ha il prezzo di €30 andata e ritorno, oltretutto offrono il soggiorno gratuito per tutta la durata della terapia.
Personalmente tra soggiorno (una sera ho pagato perchè ho chiesto io di rimanere un giorno in più), cibarie varie (ho mangiato un sacco di cose di cui non sono riuscita a sapere il contenuto a causa del mio scarso inglese) e visite a luoghi del posto (tutti molto economici, il più caro è stato uno zoo situato in un bellissimo parco della città al modico prezzo di 30 KUNE cioè circa 4€) ho speso per la vacanza poco più di 300€.
E' anche vero che mi sono spesso accontentata di pane tipico preso in un forno mentre, chi ha pranzato sempre in hotel ha speso cifre bensì maggiori ma, anche quì, hai la possibilità di gustare piatti tipici al prezzo di 6€.
I primi due giorni sono stati tutti dedicati alla clinica, avuto il preventivo ho deciso di rimanere
ma, avendo dovuto lasciare la stanza perchè in caso di partenza l'hotel era libero da vincoli, ho cambiato tre stanze in tre giorni.
Fatta la mia prima visita dentistica dove mi hanno addormentato tutta la bocca per poter lavorare a 360° e in attesa di impronte, finalmente ho appoggiato la mia valigia nella stanza di un fantastico hotel, è potuta così iniziare la mia vacanza.

Un giorno come tanti...
Con la bocca ancora addormentata ho mangiato il mio primo CEVA'PCICI tipo delle salsicce piccoline con patate fritte, una salsa e della cipolla (ne mangiano un sacco di cipolla e molti brodi).

Zagabria l'ho girata tutta, molto a piedi ma sicuramente, grazie agli autobus, si ha la possibilità di raggiungere tranquillamente qualsiasi zona del centro e non... come il fiume SAVA che è fuori città ma vari mezzi ti permettono di raggiungerlo, con 109KUNE(circa 14€) il taxi ti porta dal centro alla periferia della città.

La città di Zagabria fu fondata nel medioevo su due colli: il Gradec (attuale città alta) e Kaptol ora divise da una via ricca di deliziosi e tradizionali locali ma la netta via di separazione è evidente (oltrettutto sono nel luogo proprio in corrispondenza della settimana in cui la Croazia è entrata in Europa... un sacco di personaggi dalla dubbia provenienza.. volti che non sai a chi appartengono.. i cittadini molto entusiasti della novità e con la speranza che il loro mondo possa trasformarsi...
Penso di essere stata fortunata ad essere capitata a Zagabria in questo periodo, gli abitanti sono deliziosi, nonostante il mio scarsissimo inglese si impegnavano tutti a capirmi e, se non riuscivano, c'era sempre un passante che li aiutava nell'impresa.
La città è ricca di parchi e spazi verdi: a ogni passo si può trovare un'oasi dove riposare, il più bello per me è stato Maksimir dove si trova il giardino zoologico sopra descritto, ma c'è anche il

giardino botanico, completamente gratuito, di cui ho purtroppo visto solo una piccolissima parte.

Ovviamente non posso non parlare della Dinamo Zagabria la squadra di calcio della città.. perchè? Perchè mi hanno cacciato dal bellissimo hotel per far posto a loro ... mi sono così ritrovata nel mio terzo hotel e nella mia quarta stanza della settimana ( fortunatamente l'ultima).
Il mercato rappresenta un luogo singolare, si trovano prodotti di stagione provenienti da tutte le regioni della Croazia, una vasta gamma di profumi, aromi e suoni rappresentano un'esperienza indimenticabile.
Durante il giorno le tavole calde vicino al mercato offrono specialità locali a buon mercato. A ogni passo ci sono panifici e pasticcerie.


Tutti i monumenti sono 'da vedere' ... dalla cattedrale della città alta, alle piazze che ospitano le due statue a cavallo, al museo della cultura... e tanti altri ancora ... una città tutta da scoprire...

Nessun commento: