sabato 31 agosto 2019

Elettrodomestici, rimborso per prodotto difettoso. Come riceverlo?

Ovviamente è necessario prestare attenzione alla differenza tra Oggetto difettoso e presumibilmente difettoso o non piaciuto.
La legge  ritiene che il consumatore abbia diritto a ricevere i soldi effettivamente spesi a patto che sussistano determinate condizioni...
Se ritiene, dopo averlo provato, che l'oggetto non è difettato può farti un buono di sostituzione o cambiarlo. Se è realmente difettato o la seconda prova risuta anch'essa non priva di difetti si può ottenere il rimborso totale dell'importo speso (entro due mesi dalla data di acquisto).
La mia odissea è nata con un ferro da stiro acquistato un po su fiducia di una conoscente ex collega, il prodotto non l'ho nemmeno provato perché visivamente era differente rispetto a quello da me ricordato.
Ho provato un modello Bosch lasciando sulla carta del negozio €15,20 circa.. Questo, come l'ho acceso (ovviamente dopo aver letto tutte le istruzioni) ha iniziato a emettere strani suoni nel momento in cui cercavo di far uscire il getto di vapore e l'acqua non scendeva dal contenitore trasparente... in negozio poi lo hanno sostituito ma ora mi ritrovo con un'importo di 127,11 circa da spendere entro un anno.
Attirata da un'offerta di un modello Kooper, carino, piccolo e compatto, l'ho acquistato per curiosità; 35 euro circa... indubbiamente non può essere paragonato a una vaporella ma per come stiro io e per la quantità di cose che utilizzo sarebbe più che sufficiente... ma perde acqua e, forse, mi ha rovinato una maglia... proprio quella con le maniche a Sbuffo come "Anna dai capelli Rossi" ... no!!! Non lo voglio più questo ferro...
Fortuna che non ho cestinato il vecchio carbone... ovviamente non quello della Photo!!!

Nessun commento:

Posta un commento