venerdì 30 agosto 2019

Novità pensionistiche.

Ultimo giorno di lavoro prima della pensione, chissà cosa si prova a salutar tutti come se non ci fosse più un doamni?
Pensare che a breve il sipario si spegne per dar luce ad altre attività, lo si considera un traguardo raggiunto? Un'amaro distacco da tutto il precedente vissuto? Si è contenti o dispiaciuti?
Un poco di amarezza è uscita dalle labbra della neo pensionata.
Mentre lavoravo ho provato a riflettere; come sarebbe il mio pensiero se sapessi di andare in pensione tra poche ore?
Mi è salito in corpo un po di panico!
Poi cosa faccio? DOVE trascorro le mie giornate? COME le trascorro? Rischio di demotivare il mio animo abituato alla perenne attività? Oppure troverei senza problemi altre laboriose soluzioni in cui coinvolgermi?
Ho sempre avuto un pensiero negativo sulla pensione, l'idea che sia una sorta di tomba per ogni evoluzione umana.
Idea probabilmente raggiunta dal pensiero costante di una madre sempre un poco invidiosa dei traguardi altrui. Costantemente la sentivo parlare speranzosa di poter raggiungere, al più presto, il suo sogno invocandolo ogni qualvolta le era possibile.
La sentivo parlar così fin dalle elementari, ora ho 41 anni e non penso ci sia ancora arrivata... non saprei... i nostri rapporti si sono inclinati anche grazie a questa sua fissazione ... ma non solo questo ne è il motivo...
Per curiosità son entrata nel profilo dell'INPS e ho calcolato la mia possibile futura pensione; poco più di €200,00 al mese... cosa istituto? Questa miseria te la puoi anche tenere!!!
Ma è veramente questo il reale sogno degli Italiani? Invecchiare per percepire una miseria ma con la gratificazione di essere finalmente a casa dal lavoro? Lamentarsi di una non pensione per poi lamentarsi di una pensione misera? Non esistono forse al mondo elementi di maggior stimolo mentale?

Nessun commento:

Posta un commento