sabato 2 novembre 2019

Psicologia dei messaggi a sfondo persuasivo sessuale.

 A chi non è mai capitato di ricevere questo tipo di messaggi?
Tutti iniziano in questo modo; "dai giochiamo", "Mandami photo di te", "Con te voglio essere intimo", "Conosciamoci meglio".
Ma codesti soggetti chi sono? Sicuramente, tra i giovani, il conoscersi in chat è il modo per avere miglior possibilità di cadere in queste trappole.
Perché le chiamo trappole?
Il mio interlocutore è un conoscente di vecchia data, sposato, con prole. Con lui non ho mai scambiato nessun tipo di effusioni, baci o scambi di messaggi hot ma, è un po di tempo, che mi invia, quasi quotidianamente, i messaggi che inserisco a lato.
Vuole vedermi intima con tutti gli attributi che madre natura mi ha donato.
Mi è capitato solo una volta, anni fa, di inviare photo di me a una persona distante che frequentavo, ci siamo conosciuti su internet, in un blog ma, prima di inviare a lui photo di me, ci eravamo già conosciuti, già baciati e già trombati.
Per questo motivo mi soffermo a pensare alla psicologia di questo individuo e di altri simili a lui ma, più che altro, mi viene da pensare a tutte quelle ragazze che cadono vittime di queste smancerie spicciole.
Io l'ho bloccato sul cellulare e non mi interessa nulla cosa fa e cosa pensa, ma? Quelle fragili che necessitano di attenzione causa scarsa autostima?
Quelle infatuate che, per poter arrivare alla loro mente pervertita cedono ai loro desideri?
O, peggio, le narcisiste compiacenti di attenzione e di interessi con cui si crea un rapporto di compiacenza economica?
Attenzione se vi arrivano messaggi come quelli a lato, cosa può accadere dopo? Se cedete e inviate l'immagine delle vostre tette ad uno sconosciuto che però, usando la psicologia, vi si presenta come l'amicone della porta accanto, cosa vi può succedere?
Nella migliore delle ipotesi lui si tiene le vostre photo, si masturba un po di volte, forse le fa vedere ai suoi amici più stretti e nulla più.
Ma i bravi ragazzi difficilmente chiedono photo perciò questa è una possibilità su 100.
Potreste ritrovarvi nel bel mezzo di un vortice di condivisioni in chat e siti porno... ne sareste felici?
Potreste essere vittime di stolking o di abusi se il vostro corpo è gradito o se la mente del soggetto è assai pervertita... vi piacerebbe?
Potreste essere ricattate proprio per le immagini da voi inviategli.
Potreste divorziare o separarvi se avete un compagno geloso e legge solo il messaggio senza ascoltar le vostre parole ( e questo forse è un bene ma non è questo il discorso psicologico del post).
Informo le romantiche incallite, quelle che pensano vivamente che tutte quelle frasi carine siano indirizzate solo ed esclusivamente a lei, che esistono siti tipo questo che racchiudono innumerevoli frasi prefabbricate pronte per esser spacciate per esclusivi capolavori (che poi, leggendoli, noto che ci son tanti uomini che non si sforzano nemmeno di digitare la parola sul motore di ricerca per far copia e incolla... a me ne è pure capitato uno che non bada nemmeno se la parola è scritta correttamente, il copia e incolla sarebbe stato più gradito).
Oggi scopro che questo modo di messaggiare prende il nome di sexting; un fenomeno nato fra gli adolescenti negli USA, è ora una pratica diffusa a livello globale.
Il sexting nel mondo adulto e sano è, al di là delle sue forme consumistiche e ripetitive, una forma esplosiva, conturbante e contemporanea di comunicazione e creazione di un contatto. All’interno di coppie consolidate, ad esempio, l’inviarsi messaggi spinti e foto provocanti accresce l'eccitazione e la soddisfazione sessuale reciproca, diventando così sempre più spesso una forma di intimità che annulla le distanze, un’intimità esclusiva e sorprendente, con messaggi o email mandati da casa, dal lavoro, dall'auto, mentre si fanno giri lontani l’uno dall’altro.
Spesso il sexting con persone esterne alla coppia è un vero e proprio tradimento, ritenuto però dagli attori che lo mettono in scena non doloso, più superficiale, in quanto non reale, solo virtuale, appartenente al mondo onirico.
Insomma... se inviate parte del vostro corpo al vostro compagno o a vostro marito è psicologicamente provato che il rapporto può essere più solido e avere maggiore complicità intima. Diverso è se un componente della coppia lo fa a prescindere per cercare, nel mucchio delle donne del web, sesso virtuale facile e non consolidato con una storia fondata in altro modo.



4 commenti:

N!K ha detto...

Il solo pericolo del sexting è mandare il messaggio al numero sbagliato...tipo una parente anziana o la propria madre °_°
In effetti è una specie di "preliminare", un gioco...ovviamente al quale entrambi desiderano partecipare.
Cercare di scippare foto scrivendo messaggi "pseudoromantici" come quelli che citavi è davvero squallido e triste ma...oramai non mi stupisce più nulla

StregaR ha detto...

Ciao N!K
Non ho preso in considerazione l'errore da te citato, e si... sarebbe veramente un'orrida figura.
In passato, come ho scritto, l'ho fatto con una persona ma eravamo già in piena attività. Il sexting, a parere di psicologi e io ne condivido la teoria, è utile per consolidare la coppia. Marito e moglie spesso distanti o per tener accesa la scintilla amorosa.
Non ho nulla in contrario ma ci deve essere vivo rapporto e non frivola conoscenza di chat.
Un saluto a te.

N!K ha detto...

Ciao Strega,
non so fino a che punto possa essere utile alla coppia.
Per praticare il sexting devi comunque essere eccitato all'idea di farlo e se la persona con la quale lo fai non ti stuzzica...
Forse più che consolidare la coppia, il sexting è la prova che la coppia funziona.
Alla fine come dicevo è un gioco. Magari il sexting tra frivole conoscenze in chat è più esibizionismo...

StregaR ha detto...

Ovvio, aiuta a consolidare un rapporto perché se c'è attrito non è il solo modo adatto per riavvicinare il/la compagna/o.
Penso non sia solo esibizionismo, molti ci giocano per avere immagini come scopo di utilizzo per il modo in cui ho scritto nel post.