mercoledì 16 giugno 2021

Un corso di aggiornamento di primo soccorso è sempre utile, anche se sei a casa in smart working, da solo!

Nelle varie chiamate fatte me l'hanno sempre detto ma, penso, solo ora lo ricorderò; il numero 118 non è più valido ma è sempre attivo. Per qualsiasi chiamata di qualsiasi emergenza è ora valido il 112 numero valido in tutta l'unione Europea e, anche,per permettere ai bambini, una più facile memorizzazione (1-1-2). Esiste anche un'applicazione in cui puoi chiamare direttamente da essa e l'operatore, se attivo il Gps, riesce a geolocalizzarti, indubbiamente utile in caso di viaggi di piacere o d'affari. 
Ma ora procediamo con gli appunti;
Verificare la sicurezza del luogo in cui è presente l'infortunato; se c'è un incendio, olio a terra o altro.
Nel caso si può spostare ma solo se è su superficie piana e non rischia scossoni (cioè praticamente mai) per poi procedere alla chiamata all'operatore.
I punti salienti da riferire sono, in ordine: 
-Il luogo (e se sei in viaggio devi veder prima dove sei)
-Descrizione del soggetto (ci son patologie più frequenti per le donne piuttosto che per gli uomini, se è obeso può far la differenza come lo può fare se è eccessivamente magro)
-Descrizione dei sintomi; controlla le funzioni vitali;
    1.Coscienza 
    2.Respiro
    3.Battito
Che poi il battito si può sorvolare, se non è cosciente e non respira va da se che necessita di soccorso.
-Dinamica; se ero presente devo descrivere tutto, se c'è qualcuno che era presente dovrà descriverlo lui, se sono arrivato dopo tiro a indovinare descrivendo solo la scena con delle possibili indicazioni (c'è una scala, è a terra incosciente, direi che sia caduto).
Ovviamente rimango fino all'arrivo dell'ambulanza accanto a lui perché se anche era cosciente potrebbe non esserlo più al suo arrivo, le condizioni possono variare anche nel giro di soli pochi minuti e, se ci sono altre persone con me, devono procedere per far si che tutto il percorso sia libero e di veloce accesso.
Oltretutto il telefono che ha chiamato deve rimanere libero in caso di loro necessità, ma questo è ovvio.
Ma ovviamente c'è il covid e la mascherina, per potermi avvicinare, dev'essere un'FFP2, devo avere i guanti e la visiera di protezione, in alcune ditte come questa c'è anche il camice in dotazione.
Se prima occorreva valutare Coscienza, respiro e battito, poi solo coscienza e respiro, col covid nemmeno più il respiro è necessario, se non è cosciente ce le ha tutt'ettre!! 
Oltretutto se l'infortunato è senza mascherina nemmeno ti puoi avvicinare, chiami i soccorsi e punto.

C'è differenza tra Coscienza e Vigilanza, quindi occorre schiaffeggiarlo con foga tenendo salda la testa dall'altra parte per evitargli un trauma cranico, se anche solo risponde alle sollecitazioni, anche se non parla o è confuso, è comunque vigile
In questi corsi ci si concentra sulla perdita di coscienza e respiro, l'arresto cardiaco in cui occorre effettuare il massaggio cardiaco (senza respirazione che poi ti prendi il covid) prima di aver effettuato il GAS-> Guardo, Ascolto,Sento per un massimo di 10 secondi. Operazione che va effettuata con il soggetto supino, quindi va girato se si trova in altra posizione ma non va effettuato se il soggetto può aver subito un trauma.
Questo corso di aggiornamento mi è piaciuto perché ha valutato anche altri casi (non solo l'estremo che, ovviamente, è anche il meno frequente).
-Nella ferita da ustione va utilizzata solo della fisiologica (tipo la flebo che ti fanno in ospedale) 
-In caso di taglio c'è distinzione tra taglio Arterioso e venoso;
    Nell'arterioso il sangue spruzza a schizzi e, per bloccarlo, occorre fermare l'arto con un laccio mostatico o, meglio, una cinghia mostatica in modo che il flusso non circoli più nella zona danneggiata, questo per un massimo di 20 minuti perché poi un poco di ossigeno occorre farlo circolare altrimenti si rischia la morte dell'arto. Dunque 15 minuti in cui il laccio si allenta un poco per poi riprendere la stretta sperando negli arrivi.
    Nel venoso è sufficiente una compressione e, se esageratamente grossa, utilizzare 3 o 4 giri di benda per poi bloccare un rotolo di bendaggio che faccia da compressore maggiormente efficace, chiudendo il tutto con un nodo.
 -Se il soggetto è cosciente ma non respira vuol dire che ha le vie respiratorie otturate se, al tossire, non si sente alcun suono, significa che l'occlusione è totale e occorre effettuare la manovra di non mi ricordo (H...e boh) 5 volte dei colpi alti sulle scapole della schiena e 5 pugni in pancia in alternanza.
-Se il soggetto Non è cosciente ma respira si mette in posizione di sicurezza, dopo aver disteso il braccio a triangolo, l'altro sula guancia del lato disteso, si prende la gamba del lato guancia e giri.
Questo perché se deve vomitare il contenuto lo riesce a buttar fuori, iperstendi il capo per per rimettere a posto la lingua (L'ipertensione serve a questo)
-Casi di svenimento per calo di pressione accade perché il cervello non riceve ossigeno quindi, come meccanismo di difesa, contrae i muscoli e il soggetto sviene cosicché il cervello torna all'altezza del cuore e l'ossigenazione migliora. Dopo due schiaffi gli alzi i piedi.
-Caso di svenimento per calo di zucchero occorre dargli zucchero sotto la lingua.

1 commento:

Anonimo ha detto...

"Articolo interessante! Per coloro che sono interessati alla gravidanza e alla maternità surrogata consiglio visionare il canale: https://youtube.com/channel/UC2QFjkLnFGyEfQtr9Pjgnug. Mio figlio è nato grazie a una madre surrogata, quale abbiamo scelto nella clinica del Prof Feskov Human Reproduction Group. Siamo soddisfatti dai trattamenti rivevuti, hanno una vasta banca dati di madri surrogate, tutte provate e al 100% sane, sia fisicamente che mentalmente. Inoltre, il prezzo è ottimo e non ci sono problemi e ostacoli per quanto riguarda il ritorno a casa e nella formalizzazione dei documenti necessari. Ci hanno dato il senso nella nostra vita❤️"