Diventa un mio compagno di Blog!!

Translate

Cerca nel blog

mercoledì 1 maggio 2019

Argomento droghe; Quanti tipi ne esistono?


Dopo il Servizio delle Jene in cui il motociclista aiuta un giovane ragazzo a superare la dipendenza di droga e "Sniffo" farmaci dati appositamente dai medici ma con scarso risultato.
Dopo questo servizio mi son venuti in mente molte problematiche su questo argomento già viste e vissute, anche in questo elenco di video you tube aiuta a tenere a mente che i problemi legati a questo argomento sono molteplici e differenti tra loro.
Poi leggo e ascolto l'argomento sulla liberazione della cannabis, la radio argomenta l'importanza sia per l'incremento di nuovi posti lavorativi in un settore di cui , attualmente, l'Italia è ancora vergine, ma soprattutto per un sostegno in ambito terapeutico per soggetti con problemi particolari.
Ma che differenza c'è?
Non è sempre droga?
Pare di no, la dose di un determinato elemento che serve per "Sballare" l'organismo nel secondo caso è decisamente basso e incosistente, o almeno questo è ciò che ho percepito nella trasmissione ascoltata in autoradio nei giorni scorsi.
Un video trovato sul web di uno considerato drogato
o forse è solo una delle tante bufale giornalistiche?
No.. è uno che l'ha vissuta in passato, chi meglio di lui può raccontarla?
Indubbiamente migliore rispetto a cose chimiche fabbricate a doc per spacciarle a basso costo ma con tanto guadagno, questo è un'altro servizio visto sempre sul sito delle stesse Jene.

3 commenti:

Moz O'Clock - nerdblog retro & pop ha detto...

Sicuramente l'economia ne gioverebbe e si darebbe un bel colpo alla criminalità.
E questo intanto è l'inizio.
Che poi, diciamola tutta: è una moda, più che un vizio o una passione. Qualcosa di ribellione (francamente, fa persino ridere...)

Moz-

Claudia Turchiarulo ha detto...

Non ho mai fatto uso di droghe. Detesto persino le sigarette.
Però sono a favore della liberalizzazione della cannabis.
Come dice Moz moltissimi criminali perderebbero la loro egemonia sui mercati e lo spaccio diventerebbe inutile.
Ad ogni modo, non credo che in Italia questo avverrà mai.

StregaR ha detto...

Infatti, più c'è divieto e maggiore diventa il "gusto del proibito", soprattutto considerando gli spacci clandestini in cui ti vendono cose che ti fanno più male ancora. Io non fumo e non uso nulla di queste cose però ho visto dei servizi in cui c'è gente che si fuma di tutto e diventa veramente dannoso per il fisico.