lunedì 6 maggio 2019

In viaggio... ho fame!

Il mio unico pasto è formato da una brioches con cereali e miele acquistato a poco prezzo durante l'attesa d'ingresso al mio gate, sull'aereo vendono dei pasti veloci ma non sembrano molto succulenti e nemmeno eccessivamente economici.
Il mio vicino di seggiolino mi ha dato da pensare, per tutto il decollo siamo stati separati da un posto vuoto poi, quando la fame è giunta, è arrivata anche la compare del tizio occupando il terzo posto a sedere e pronta con il sacco del pasto prontamente portato da casa. Ma dové stata durante il decollo?
Ha fatto un pisolo sull'ala dell'aereo? si è chiusa in bagno? E' un'addetta ai lavori travestita da civile?
Con l'espressione da "Mr Ben" stampata in volto continuo a chiedere una soluzione al mio cervelletto non molto sveglio quando si abbassa di zuccheri e riflette su enigmi complicatissimi, nel frattempo guardo le nuvole nel finestrino e continuo il mio video sul decollo-atterraggio registrato in modalità aereo.
Il viaggio è breve e piacevole, si atterra e? La cuffia del mio MP3 posta nell'orecchio sinistro mi fa sentire un fischio continuo causato (probabilmente) da una pressione d'aria comprese di onde acustiche facendomi divenire momentaneamente sorda.
L'atterraggio è stato piacevole, un poco meno la coda per il controllo documenti prima del ritiro della valigia, attendo il mio turno paziente, il pelato allo sportello continua ad essere fermamente scrupoloso e controlla tutti nei minimi particolari.
Come al solito le file a fianco procedono come scheggie .. ho pensato di cambiarla ma mi son sorti nella mente mille timori; e se poi è vietato? oppure pensano che io sia una possibile terrorista e mi rispediscono in Italia senza pietà?
Grazie a codesti pensieri ho mantenuto la calma e son stata buona buona ad osservare i vari gruppi in attesa, due donne Italiane dietro di me continavano ad imprecare infastidite, se non hanno rispedito in Italia loro forse forse un tentativo lo potevo anche fare....
E ora? dove la recupero la mia valigia
grazie a tutte queste scritte strane?
Chiedo ad un addetto con il mio scarsissimo inglese, fortunatamente capisce e controlla il tabellone; Rullo 9 e rientrerò in possesso di tutti i miei averi....
Attendo... attendo... e attendo ancora...
Nulla, la mia valigia non si vede, e dire che il viola è vistoso e acceso...
Faccio un giro perché il pensiero che mi è giunto nella mente continua a sussurrare al mio orecchio che la valigia è già passata.

Infatti... la fila per il controllo documenti è stata così lunga che il rullo ha fatto in tempo a terminare la sua attività... eccola lì la mia valigia... abbandonata in un angolo assieme ad un'altro gruppo di valige completamente differenti... Afferro il manico e inizia la mia vacanza!!!!

Nessun commento:

Posta un commento