Diventa un mio compagno di Blog!!

Translate

Cerca nel blog

sabato 1 giugno 2019

Chiara Gamberale e L'Isola dell'Abbandono

Chi è Chiara Gamberale?
Trattasi di una scrittrice, conduttrice radiofonica, conduttrice televisiva e autrice televisiva italiana, vari sono i libri da lei scritti;
  • Una vita sottile.
  • Color lucciola.
  • Arrivano i pagliacci.
  • La zona cieca.
  • Una passione sinistra.
  • Le luci nelle case degli altri.
  • L'amore quando c'era.
  • Quattro etti d'amore, grazie.
  • Per dieci minuti.
  • Avrò cura di te.
  • Adesso.
  • Qualcosa.
  • L' isola dell'abbandono, Milano, Feltrinelli, 2019, ISBN 978-88-0703-340-7
Ieri la presentazione del suo ultimo libro; "L'isola dell'abbandono" un luogo in cui tutti approdano di tanto in tanto, quando la morte di un caro, una separazione da una persona, da un luogo, da una delusione giunge a noi. Le ferite che il nostro cuore deve curare avvengono in quest'isola in cui vengono analizzate, esplorate, elaborate e "Digerite" per poter curare l'animo e restituirlo più forte alla vita e alle sue intemperie. E' un luogo importantissimo da cui molti rifuggono per apparire forse più forti?
Chissà...
So solo che, a mio tempo, ho riempito la mia mente di domande per capire, capire i motivi del gesto, i motivi
di ciò che porta una persona ad agire in un determinato modo, ad analizzare i sentimenti che si scatenavano
in me al sol pensiero.
E' un'isola pesante da vivere e gestire in cui le sfacettature possono assumere aspetti differenti dopo che
un pensiero razionale si è sovrapposto a quello istintivo successivamente a una lunga riflessione su un determinatoavvenimento accaduto.
E' un'isola triste perché prendi coscienza che l'abbandono ha in se una volontà reale, un gesto indiscusso
e di cui non ne hai facoltà alcuna di modifica, ti mette di fronte alla realtà che lei non ti vuole, che se anche
ti ha messo al mondo ha meglio da fare in quel momento o forse di più...
Ma forse ha sempre avuto qualcosa di meglio da fare, nell'isola si riflette molto bene, la consiglio vivamente
a tutti perché quando si pensa di essere stati abbandonati, in realtà un diverso tipo di abbandono è già
avvenuto a piccole dosi, a piccole gocce si verificano episodi a cui ripensi proprio qui ed è così che
ti rendi conto che, ma si... , meglio così, meglio una rottura definitiva piuttosto che tornare a vivere dosi di non vita e di non rapporto.

Il libro? Similitudini ad Arianna e al suo Minotauro, questo particolare mi ha fatto tornare in mente una ragazza conosciuta tramite blog anni e anni fa, chissà se è lei? nell'elenco dei suoi libri non compare, non sembra lei. La ricordo per un particolare "Legami e intrecci nel mondo della rete" ma no, non è lei ad aver scritto il mio ricordo, dovrebbe essere questo oppure questo , Questo potrebbe ma è troppo recente.

Nessun commento: