giovedì 3 ottobre 2019

Poi la Sera al Cinema; Vivere.

Che dire di questo film?
Una coppia che ha una figlia di sei anni asmatica a cui hanno creato l'asma perché litigano e discutono in continuazione a causa della muta presenza di Luca, il marito, che se ne sta sempre a Pc facendo arrabbiare la moglie super distratta che dimentica ovunque le cose, anche la figlia.
Lui ha un'altro figlio che sniffa anche lui poco considerato dalla madre indaffarata in politica, ma ha l'intento di aiutare la sorellastra in cure costose perché la famiglia del padre non può permettersi spese sostenute.
La madre insegna danza a ciccione che provano a dimagrire ed è frustrata dal problema della figlia, dall'indifferenza del marito e dai mille impegni quotidiani che è costretta a gestire sola.
Intanto il marito comincia a tradirla (già lo ha fatto con la precedente moglie) con la ragazza alla pari che è venuta ad abitare da loro per imparare l'Italiano ed insegnare alcune frasi in Inglese alla figlia della coppia.
Tutta la famiglia non scoprirà nulla se non nel momento in cui è giunta la sua partenza, qui i saluti si fanno freddi solo con il marito e le intuizioni iniziano a vedersi nei volti della famiglia, ad eccezione della figlia che si è affezionata alla ragazza e che, in realtà, risulta essere sana dopo esser stata visitata da un medico che si è innamorato della madre durante la loro permanenza in ospedale.
Voi si che vivete la vita, dice il vicino spione ma generoso con loro perché solo e desideroso di attenzione.

2 commenti:

MikiMoz ha detto...

Forse si vuol sottolineare che la vita è tutto questo, tra alti e bassi, nel quotidiano.

Moz-

StregaR ha detto...

Non penso sia giusto far figurare come vita normale gli intrecci del film vivere.
Questi sono lati di possibile vita ma la gioia? Qui non se ne vede molta.